Come comportarsi quando finalmente si ottiene il nuovo lavoro

La gioia di avercela fatta può indurre ad essere precipitosi. Evitatelo: prima di firmare il contratto, occorre fare tutte le valutazioni del caso

Immaginate di ricevere la telefonata che tanto aspettavate o di scorgere la mail che certifica il buon esito del vostro ultimo colloquio di lavoro. Dopo tanti tentativi andati a vuoto, avete finalmente fatto centro. La gioia e la soddisfazione per avercela fatta vi assalgono all’improvviso, ricompensandovi di ogni sforzo e fatica. Avete solo voglia di comunicare la bella notizia a  chi vi vuole bene e non vedete l’ora di firmare il contratto. Ma attenzione: mai come in questo momento, occorre usare la testa perché essere precipitosi potrebbe costarvi caro. Quando si ottiene il lavoro, è lecito lasciarsi andare e tirare un sospiro di sollievo, ma sbollentata l’euforia iniziale, occorre ragionarci seriamente su.

 

3 cose da fare quando si ottiene il lavoro

Sia ben chiaro: nessuno vuole guastarvi la festa. Se vi siete candidati ad un’offerta di lavoro e avete avuto la meglio sugli altri è perché, con ogni probabilità, il lavoro vi interessa e vi siete “venduti” bene. Tutto lascerebbe pensare che si tratti della congiuntura giusta e che indugiare troppo potrebbe rivelarsi un grave errore. Non è esattamente così: trattandosi di una decisione importante, è giusto che vagliate ogni cosa. E che scrutiate il quadro da ogni punto di vista. Ecco perché, quando vi verrà comunicato che avete ottenuto il lavoro, vi consigliamo vivamente di fare queste tre cose:

1. Prendetevi il vostro tempo

E’ vero: avete aspettate tanto (i processi di selezione durano, di norma, diverse settimane) e adesso temporeggiare vi sembra un controsenso, ma non è così. Prima di accettare definitivamente l’offerta di lavoro, è giusto che vi prendiate un po’ di tempo e che facciate tutte le valutazioni del caso. Dovete, innanzitutto, domandarvi: è veramente il lavoro che voglio fare? Ed è l’azienda in cui spero di crescere? Quando ci si candida (senza successo) ad una serie di offerte, si tende a diventare sempre meno selettivi. Il posto che vi viene offerto potrebbe essere quello che vi convinceva di meno. Prendetevi qualche giorno e rifletteteci su, soprattutto se siete in attesa di altri riscontri.

2. Fate tutte le domande necessarie

I selezionatori hanno appurato che voi siete le persone giuste per l’azienda, adesso è il vostro turno. Durante il colloquio di lavoro, avrete sicuramente parlato delle mansioni che dovreste svolgere, ma qualcosa potrebbe non risultarvi ancora del tutto chiara. E’ il momento di fare tutte le domande necessarie, non temete di essere petulanti o fastidiosi. State per compiere un passo importante, è fondamentale che diradiate le nebbie. Dovete essere sicuri che il lavoro che vi è stato offerto sia quello giusto, destinato a regalarvi soddisfazioni e a farvi stare bene. Se percepite una certa insofferenza dall’altra parte, è sintomo che qualcosa non va. Nessun selezionatore sufficientemente serio e preparato può spazientirsi al cospetto delle domande di una persona che sta per prendere una decisione così importante.

3. Fate attenzione ai dettagli

Inutile dire che, prima che firmiate il contratto, è fondamentale che leggiate ogni riga e prestiate la massima attenzione a quello che vi viene offerto. Siate più che vigili perché il pezzo di carta che sta per vincolarvi all’azienda potrebbe nascondere qualche insidia. Accertatevi che lo stipendio sia quello che vi è stato prospettato, durante il colloquio di lavoro, e che veniate assunti per ricoprire una certa posizione e per lavorare un certo numero di ore al giorno. Fate attenzione anche ai dettagli: qual è la politica adottata dall’azienda in materia di straordinari, di trasferte, di ferie, di assicurazioni o benefit? Non trascurate niente, se qualche passaggio risulta oscuro, chiedete aiuto a chi può darvelo (un avvocato, un consulente del lavoro, un amico particolarmente scafato) perché – come già detto – state per prendere una decisione che avrà un impatto importante sulla vostra vita e sulle vostre finanze. Se qualcosa non dovesse convincervi, siete nella posizione di poter negoziare. Avviate la trattativa serenamente e impegnatevi a raggiungere un accordo ragionevole.

Superare una selezione è sempre una bella notizia, ma la felicità del momento non deve indurre ad essere precipitosi. Perché, come recita un’antica massima: “Chi ha fretta mostra che la cosa che sta per fare è troppo grande per lui”.



CATEGORIES
TAGS