Come aprire una paninoteca

I fast-food rappresentano un evergreen nel campo della ristorazione. Il segreto del loro successo sempre crescente è quello di offrire pasti veloci e gustosi a prezzi competitivi. Aprire una paninoteca rappresenta un business certamente vincente.

In tempo di crisi, infatti, soprattutto i più giovani preferiscono scegliere un’alternativa economica e gustosa per passare una serata in compagnia degli amici, mangiando un panino e bevendo una birra, ma anche semplicemente per gustare un pasto al volo durante una breve pausa pranzo. Una paninoteca rappresenta quindi un vero e proprio luogo di ritrovo per ragazzi.


aprire paninoteca

Come aprire una paninoteca

Per chi ha creatività e spirito di investimento l’idea di aprire una paninoteca può essere la giusta intuizione per avviare un’attività di successo. Gestire un locale in proprio però non è un lavoro semplice. Bisogna avere un grande spirito imprenditoriale ed essere circondati da collaboratori validi ed esperti. Se l’intenzione è quella di avviare un’attività nel campo della ristorazione, come una paninoteca, bisogna circondarsi di figure professionali che sappiano svolgere al meglio il loro ruolo all’interno del locale. Una giusta soluzione potrebbe essere la conduzione familiare.

Un altro punto fondamentale ricade sulla scelta del locale. Un locale di successo deve trovarsi in un luogo caratterizzato da movida notturna, un luogo frequentato soprattutto da giovani, nelle vicinanze di un cinema, in un centro commerciale, su una via di passeggio. Una paninoteca, inoltre, può essere concepita anche come fast-food da asporto, ad esempio nei pressi di scuole, uffici e università. Saranno poi la qualità delle materie prime e del servizio fornito al cliente a determinare il successo del locale. Il costo iniziale per un investimento di questo tipo è da ritenersi abbastanza cospicuo, soprattutto se si parte dall’idea di aprire una grande paninoteca, in una zona centrale, dove il prezzo di un locale di circa cento metri quadri può superare i centomila euro. In più ci vogliono tutte le attrezzature necessarie.

Burocrazia per aprire una paninoteca

Per concretizzare l’idea di aprire una paninoteca bisogna seguire un iter burocratico abbastanza lungo. Per questo motivo è necessario avvalersi della consulenza e delle competenze di un professionista del settore. Le pratiche burocratiche necessarie sono:

  • possesso della partita IVA;
  • iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio e all’Albo delle Imprese artigiane;
  • autorizzazione dell’ ASL di competenza;
  • libretto d’idoneità sanitaria per tutti i lavoratori del locale;
  • autorizzazione del Comune alla somministrazione di cibo (iscrizione al R.E.C.);
  • possesso di diploma di scuola alberghiera o di un corso professionale riconosciuto dalla regione;
  • piano HACCP.

Come aprire una paninoteca ambulante

Un’alternativa che richiede un investimento iniziale molto più limitato può essere l’apertura di una paninoteca ambulante. I costi iniziali in questo caso sono di gran lunga inferiori. Viene a mancare, infatti, l’investimento maggiore che è rappresentato dall’affitto/acquisto del locale stesso. Le attrezzature da acquistare sono solo quelle indispensabili per la preparazione dei panini e quindi molto più limitate rispetto a quelle di una teca standard.

Aprire una paninoteca in franchising

Esistono oggigiorno numerose catene di fast-food e paninoteche di grande successo. Scegliere di aprire un franchising appoggiandosi ad un marchio importante e già ben conosciuto può essere un grande vantaggio. Investire in un locale in franchising richiede meno responsabilità ed una maggiore certezza di successo.

Il franchisor, infatti, provvederà alla ricerca della location, all’allestimento del locale e all’acquisto delle attrezzature. Inoltre, si occuperà anche della parte burocratica per l’avvio della nuova attività. Tuttavia, aprire un franchising presenta anche degli aspetti negativi. Primo fra tutti è la percentuale da pagare al franchisor sulle vendite del locale. Inoltre, se si ha già un’idea precisa sul tipo di locale che si vuole aprire, sul menu da proporre e sulla tipologia di prodotti da servire ai clienti, il franchising non è la soluzione ideale. Quest’ultimo, infatti, impone di seguire delle precise indicazioni, ovvero delle “linee guida” stabilite dal marchio in questione.

Supporto

Kit_Creaimpresa_Paninoteca

Per chi volesse un supporto nell’avvio di una paninoteca ed avere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche segnaliamo il Kit Creaimpresa:Aprire paninoteca (da noi valutato e ritenuto veramente valido).



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS