Come aprire una coltivazione di bacche di Goji: informazioni e kit di supporto

Costi, norme e procedure necessarie per aprire una coltivazione di bacche di Goji e kit di supporto da scaricare.

Aprire una coltivazione di bacche di Goji può rappresentare una soluzione economicamente redditizia, soprattutto in virtù della fama che tali piante hanno conosciuto negli ultimi anni. Utilizzate nella medicina cinese e in quella tibetana, le bacche di goji ultimamente sono diventate un must nel nostro Paese: aprire una coltivazione di questo tipo è vantaggioso anche grazie al fatto che la pianta goji si adatta benissimo ai terreni italiani.


coltivazione bacche di goji

Come iniziare la coltivazione di bacche di Goji

Ecco, quindi, che il goji può essere coltivato in ogni zona d’Italia, e anche se predilige i climi temperati riesce a crescere addirittura a temperature di quindici gradi sotto lo zero. Nei mesi primaverili occorre eseguire la messa a dimora, mentre a novembre, dicembre e gennaio è necessario procedere alla potatura. Se è vero che il goji dà frutti unicamente sui rami giovani, è indispensabile tagliare quelli vecchi, speronandoli a due. Sono sempre più numerosi i rivenditori specializzati presso i quali è possibile comprare sia piante di goji già sviluppate e pronte per la messa a dimora sia i semi, disponibili in maniera particolare su Internet.

Quali procedure seguire per la coltivazione del Goji

La pianta di goji deve essere irrigata con costanza, in maniera tale che si sviluppi in maniera più rapida e la produzione delle prime bacche avvenga velocemente. Dopo i primi quattro o cinque anni, comunque, le piante sono in grado di soddisfare il proprio fabbisogno idrico autonomamente. Per quel che riguarda il terreno, si tratta di una specie che apprezza la presenza di azoto, che può essere somministrato sotto forma di un normale concime o di pellettato organico, sia in superficie che interrato. Occorre, tuttavia, prestare la massima attenzione alle dosi, perché quantità eccessive rischierebbero di causare ustioni a radici e foglie, se non addirittura la morte delle piante. Le zone più adatte sono quelle soleggiate, con terreni ben drenati, di impasto medio, possibilmente acidi.

Uno dei numerosi vantaggi che contraddistinguono la coltivazione di bacche di goji è che queste specie sono molto resistenti a malattie, parassiti e ogni altro genere di invasori esterni. In ogni caso, è bene limitare la presenza nei dintorni di limacce, chiocciole e lumache, che dimostrano di apprezzare molto le foglie di goji; il rischio che una pianta venga defogliata in 48 ore, se non si attua un controllo costante, è piuttosto elevato. Lumachicidi biologici (piuttosto costosi), esche blu, sabbia e cenere sono modi che permettono di tenere lontani i “nemici” del goji. Le bacche di goji si raccolgono a partire da luglio e fino alla seconda o terza settimana di ottobre. Tra giugno e agosto, le irrigazioni devono diventare progressivamente più intense.

Quanto costa aprire una coltivazione di bacche di goji

I costi che bisogna sostenere per avviare una coltivazione di Goji sono quelli tipici di chi si dedica a una attività imprenditoriale di tipo agricolo: le spese riguardano il terreno (che può essere affittato o acquistato), i sistemi di irrigazione, l’eventuale forza lavoro e i vari strumenti da impiegare per la potatura. Certo è che le bacche di goji non hanno particolari richieste, e per questo motivo la loro coltivazione può anche essere eseguita da chi ha poca esperienza in campo agricolo. Il fatto, poi, che il goji sia in grado di resistere senza difficoltà alla siccità permette di far fronte anche a condizioni climatiche potenzialmente pericolose – o comunque ostili – senza correre il rischio che le piantagioni di goji vengano rovinate o danneggiate, o siano in qualche modo compromesse. I guadagni, invece, sono piuttosto consistenti, tenendo conto che mediamente un chilo di bacche può essere venduto anche a 20 euro.

Supporto

Kit_Creaimpresa_Coltivazione_bacche_di_GojiPer chi volesse un supporto per avviare una coltivazione di Bacche di Goji ed avere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche segnaliamo il Kit Creaimpresa: Come avviare una coltivazione di Bacche di Goji (da noi valutato e ritenuto veramente valido).



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS