Come aprire un minigolf

Aprire un minigolf, ecco come fare. Indicazioni e consigli per avviare un'attività piacevole e dai costi contenuti.

Aprire un minigolf è un’idea interessante e soprattutto realizzabile con un investimento piuttosto ridotto. Ecco qualche consiglio per iniziare.


aprire un minigolf

Aprire un minigolf, indicazioni generali e costi

Aprire un minigolf non richiede specifiche competenze. I requisiti necessari infatti non sono molti. E’ però importante possedere una buona propensione alla gestione amministrativa ed organizzativa, meglio ancora se corredata da una certa esperienza. Oltre a questo bastano l’amore per lo sport ed un minimo di capitale. I costi di investimento per questo tipo di attività sono veramente ridotti. Basti pensare che la completa attrezzatura di un centro minigolf  ha un costo che si aggira intorno ai 3/4.000 euro. Ovviamente bisogna avere a disposizione un terreno da utilizzare per lo scopo, che può essere acquistato o preso in affitto. Anche i costi di gestione non sono molto elevati e questa è una motivazione in più per scegliere di avviare questo tipo di impresa. Per quanto riguarda le entrate,  con una buona gestione e con una stagione favorevole, gli incassi possono risultare abbastanza soddisfacenti, soprattutto se si tiene conto del fatto che aprire un minigolf e gestirlo è normalmente un lavoro piacevole e nemmeno troppo impegnativo. Oltretutto, si tratta di un lavoro che può essere svolto anche solo stagionalmente, lasciando così lo spazio eventualmente anche per una seconda attività.

Requisiti per aprire un minigolf

Per aprire un minigolf è necessario in primo luogo avere a disposizione un appezzamento di terra abbastanza grande, tale da poterlo attrezzare con buche e piste di diversi materiali necessarie per il gioco, rocce artificiali e ruscelletti d’acqua per creare un’atmosfera suggestiva e rilassante. In più è possibile aprire un piccolo chioschetto per offrire bevande fresche agli ospiti. La cosa importante da tenere in considerazione per ottenere maggior successo è che il minigolf è uno sport che si svolge completamente all’aperto. Per questo motivo è fondamentale scegliere con cura la zona in cui acquistare il terreno per metterci il campo da minigolf, che dovrà essere preferibilmente un luogo favorevole a questo genere di attività. Una zona molto fredda e piovosa, ad esempio, non risulterebbe adeguata e comporterebbe l’insuccesso del centro.

Burocrazia per l’apertura del minigolf

Per aprire un minigolf la prima cosa da fare è ottenere il permesso dal Comune in cui si trova il terreno da utilizzare. Per ottenerlo sarà necessario presentare, presso gli uffici comunali di competenza, un progetto dettagliato della struttura che si intende creare, così da ottenere la licenza per utilizzare il terreno in questione per attività ludico/sportiva. Il centro, infine, dovrà rispettare tutte le norme strutturali e igienico-sanitarie previste dalla legge. Solo dopo aver effettuato tutti i controlli necessari e, soprattutto, solo se il terreno sarà giudicato conforme alla destinazione d’uso, il comune provvederà a dare il permesso per l’apertura dell’attività.

Storia del minigolf

Il minigolf è uno sport molto simile al golf. Esso viene chiamato anche “miniature golf”e nasce in America inizialmente come un gioco. A differenza del golf classico, il minigolf viene praticato su piste particolari costituite da diversi tipi di materiali. All’inizio del ‘900 questo sport dall’America ha raggiunto i paesi del Nord Europa e, in particolare, si è diffuso molto velocemente in Gran Bretagna, Germania, Svezia etc., riscuotendo un grande successo fin dall’inizio. Inizialmente il minigolf non era inteso come un vero sport, ma veniva praticato a scopo ludico. Solo successivamente è stato riconosciuto come sport e sono stati istituiti dei veri e propri campionati di minigolf.

Negli ultimi anni aprire un minigolf è diventata pratica sempre più comune, contribuendo così alla diffusione dello sport stesso, anche in Italia, dove sono iniziati i primi campionati di minigolf . Nonostante si tratti di uno sport approdato solo recentemente in Italia, la cultura del minigolf si è rapidamente diffusa in tutto il territorio, dove sono nati in poco tempo tanti spazi dedicati a questo sport. Il minigolf, infatti, è uno sport adatto a tutti, bambini, giovani e anziani e, se praticato con passione, può divertire ed appassionare anche piú di altri sport. Per un giovane in cerca di un lavoro appassionante e con un pizzico di spirito imprenditoriale, puntare ad aprire un minigolf  può rivelarsi un’idea interessante e soprattutto, realizzabile. Aprire un minigolf, infatti, non richiede grandi investimenti e, soprattutto per chi ama gli sport, può rivelarsi un lavoro stimolante ed appassionante.

Kit di supporto

Kit_Creaimpresa_Campo_minigolf

Per chi volesse un supporto nell’avvio di un minigolf ed avere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche segnaliamo il Kit Creaimpresa (da noi valutato e ritenuto davvero valido): Aprire un minigolf.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS