Come affrontare un colloquio di lavoro telefonico: 3 consigli pratici

Ad avere la meglio potrebbe essere il candidato che riesce a convincere il selezionatore con l'educazione. Oltre che con le dovute competenze

E se a telefonare fosse il nostro futuro datore di lavoro? Saremmo in grado di rispondere efficacemente alle sue domande? L’idea che certi rapporti professionali possano originarsi da una banale telefonata non deve essere sottovalutata, specie in tempi come questi in cui i selezionatori tentano di sfoltire, in ogni modo, le lunghe liste di candidati che rispondono ai loro annunci. Ecco perché abbiamo pensato di dedicare un approfondimento al colloquio di lavoro telefonico, cercando di mettere in fila qualche utile consiglio. Presentarsi e raccontarsi a chi ci prospetta un’assunzione non è cosa da poco; vediamo insieme come possiamo sfruttare al meglio quest’opportunità.


Il colloquio di lavoro telefonico

Forse non tutti lo sanno, ma quando i reclutatori passano in rassegna i curricula, tenendo da parte quelli che giudicano più meritevoli, possono alzare la cornetta per fare una chiacchierata coi candidati. Perché lo fanno? Per verificare che le persone che rispondono agli annunci meritino effettivamente di essere incontrate. Si tratta, a tutti gli effetti, di un colloquio di lavoro teso ad affinare ulteriormente la scrematura delle candidature. Non trascuriamolo perché una parola fuori posto o un tentennamento di troppo potrebbero comprometterne il buon esito, mandando in soffitta la possibilità di essere presi seriamente in considerazione.

Iniziamo col dire che la telefonata del selezionatore potrebbe arrivare in un momento poco felice, mentre siamo imbottigliati nel traffico o ci troviamo nel bel mezzo di un litigio domestico. Cerchiamo di essere sinceri e, senza scendere troppo nei particolari, spieghiamo al nostro interlocutore che non ci troviamo nelle condizioni ideali per affrontare serenamente l’intervista. Concordiamo insieme a lui un appuntamento ed impegniamoci a rispettarlo: se dall’altro capo del telefono c’è una persona ragionevole e sufficientemente empatica, la nostra richiesta verrà accolta senza riserve o problemi.

3 consigli per affrontare al meglio un colloquio di lavoro telefonico

E veniamo al nocciolo della questione: come dobbiamo rispondere alla persona incaricata di sondare la nostra preparazione e la nostra competenza professionale? Come possiamo convincerla ad incontrarci? Ci sono almeno tre punti da prendere in considerazione.

Prepariamoci a bomba

Difficile che il reclutatore ci faccia domande sul film che abbiamo visto in tv ieri sera o che ci chieda di raccontargli una nostra giornata tipo. Dal momento che le domande che il selezionatore ci rivolgerà durante l’intervista telefonica sono prevedibili, impegniamoci a rispondergli efficacemente focalizzando l’attenzione sulla nostra formazione e sull’esperienza lavorativa pregressa. Scorriamo il curriculum ed alleniamoci a parlare, in maniera fluida e sintetica, di quello che abbiamo fatto, dei risultati che abbiamo ottenuto e degli insegnamenti che abbiamo tratto fin qui. Farsi trovare preparati è il presupposto fondamentale per affrontare al meglio il colloquio di lavoro telefonico che, lo ricordiamo, potrebbe durare da un minimo di 10 a un massimo di 20 minuti. Non dilunghiamoci in dettagli marginali e non mostriamoci presuntuosi: i reclutatori riconoscono facilmente i “palloni gonfiati” e tendono comprensibilmente a scartarli. I successi professionali non vanno ostentati come trofei, ma raccontati con la modestia di chi riconosce di aver faticato tanto per conseguirli.

Studiamo bene il caso

Durante il colloquio di lavoro telefonico, dovrà emergere il nostro sincero interesse per la posizione offerta e per l’azienda che il reclutatore rappresenta. Studiamo bene la politica e la cultura dell’impresa nella quale vorremmo essere assunti, dimostrando di esserci impegnati a reperire informazioni approfondite sulla struttura e sull’organizzazione. Consultiamo il sito ufficiale e le eventuali pagine sui social network che potrebbero consegnarci indicazioni preziose. Studiamo bene il caso ed aiutiamoci con degli appunti che potremo consultare serenamente, senza temere di essere “pizzicati” da chi dovrà emettere un giudizio sul nostro conto. Il telefono ci mette al riparo da severi controlli visivi, sfruttiamolo a nostro vantaggio.

Occhio al tono della voce

Ci sono poi degli accorgimenti tecnici da tenere in considerazione: quando si affronta un colloquio di lavoro telefonico, occorre puntare tutto sulla voce. Sforziamoci di parlare in maniera chiara e di scandire bene le parole, usiamo il giusto tono e non perdiamoci in tentennamenti o silenzi imbarazzanti che potrebbero irritare o tediare chi ci sta ascoltando. Secondo gli esperti, occorre anche ricordarsi di sorridere e di vestirsi come se dovessimo incontrare l’intervistatore di presenza. Potrà sembrare strano, ma la trasandatezza e l’eccessiva serietà possono essere colte anche a distanza, specie da chi è allenato a decodificare ogni piccolo segnale o increspatura della voce. Impegniamoci infine a dare prova della nostra buona educazione: salutiamo come si deve il reclutatore e ringraziamolo per l’occasione che ci ha offerto, ascoltiamolo attentamente e non interrompiamolo mai.

E veniamo ai titoli di coda. Prima di congedarci, rinnovando i ringraziamenti a chi ha voluto saperne di più sul nostro conto, proviamo a porre anche noi delle domande all’intervistatore. Chiedere maggiori informazioni sulla mansione che dovremmo svolgere o sulle successive fasi di selezione potrebbe rivelarsi una buona mossa. Il reclutatore potrebbe, infatti, convincersi di aver parlato con una persona che, oltre a meritarsi il posto, desidera realmente entrare a far parte dell’azienda. L’ennesima dimostrazione di interesse potrebbe, insomma, procurarci la possibilità di incontrare personalmente il selezionatore. E spianarci la strada all’assunzione che tanto desideriamo.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS