Codice del Turismo: meno burocrazia, più agevolazioni e valorizzazione del Made in Italy

Il Codice del Turismo, approvato con decreto legislativo il 5 maggio 2011 mette in atto una serie di misure che prevedono un’equiparazione tra le agenzie di tipo tradizionale e quelle che offrono pacchetti turistici via internet, con il fine di difendere i diritti di chi acquista servizi online.

Diventano istituzionali i “buoni vacanza”, che consentono alle famiglie con basso reddito di richiedere un contributo statale a parziale copertura del costo della vacanza. Centrale il rilancio del turismo del mare, in particolare quello nautico e l’assegnazione di stelle a tutte le strutture ricettive.

La classificazione secondo le stelle a differenza del passato è prevista per tutte le strutture ricettive (Bed & Breakfast, case per ferie, ostelli della gioventù, Motel,centri soggiorni studio, rifugi alpini, villaggi turistici, campeggi) all’insegna della trasparenza.

E’ inoltre istituito, su base nazionale, un sistema di rating associabile alle stelle, che consente la misurazione e la valutazione della qualità del servizio reso ai clienti. Tutte le imprese turistiche potranno godere di agevolazioni,sovvenzioni, incentivi e benefici di qualsiasi genere previsti dalle norme vigenti per l’industria.

Diventano imprese turistiche tutte quelle imprese volte a produrre, commercializzare, intermediare, gestire prodotti, servizi, infrastrutture ed esercizi per soddisfare le esigenze del turista, quali le imprese di ristorazione, e tutti i pubblici esercizi, gli stabilimenti balneari, i parchi divertimento, le imprese di intrattenimento di ballo e di spettacolo, le imprese di organizzazione di eventi e congressi e le imprese turistiche nautiche.

Nella licenza di esercizio di attività è compresa anche la licenza per la somministrazione di alimenti e bevande per le persone non alloggiate nella struttura,ovviamente nel rispetto dei relativi requisiti previsti dalla normativa vigente. Tutti i bar, ristoranti, imprese di somministrazione di cibi e bevande diventano a pieno titolo imprese turistiche e godono pertanto delle agevolazioni, degli incentivi e dei benefici di qualsiasi tipo previsti dalle norme vigenti per le imprese industriali.

Il testo istituisce le attestazioni di eccellenza turistica “Maestro di cucina italiana”, destinata alle imprese della ristorazione e “Maestro dell’ospitalità italiana”, destinata alle imprese alberghiere.

Per ciascuna attestazione saranno premiate al massimo 20 imprese l’anno, che abbiano contribuito a promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo. E’ istituita inoltre l’attestazione della Medaglia al merito del turismo per la valorizzazione dell’immagine dell’Italia, per premiare un giusto riconoscimento alle persone che hanno efficacemente contribuito allo sviluppo del settore turistico ed alla valorizzazione dell’immagine dell’Italia nel mondo. L’attestazione comprende tre livelli: oro, argento e bronzo.

Il testo prevede, infine, l’attestazione “ Medaglia al merito” per il turismo per gli italiani che operano fuori dal nostro Paese e che hanno promosso in modo esemplare il Made in Italy all’estero.

CATEGORIES
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)