Circolo sportivo: come aprire l’attività

Tutti i passi da fare per aprire un circolo sportivo con bar annesso.

Gli effetti della crisi economica hanno messo in evidenza il bisogno crescente di trovare un impiego, tanto che la maggior parte dei disoccupati è costretta ad inventarsi un lavoro che gli assicuri lo stipendio ogni mese. Per inventarsi una professione è necessario avere un capitale di partenza, da investire in qualsiasi progetto valga la pena. Se siete amanti delle attività fisiche e dello sport all’aria aperta e siete pronti per l’investimento della vostra vita, che ne dite di fare del vostro hobby una professione remunerativa?


circolo sportivo

L’apertura di un circolo sportivo è proprio ciò che fa per voi, soprattutto se siete anche dotati di capacità gestionali e di fiuto per gli affari. Attualmente i centri sportivi vantano molti tesserati, soprattutto quelli che dispongono di campi da calcio e calcetto, i preferiti degli italiani. Un circolo sportivo non è altro che una società di persone che hanno in comune il desiderio di mettersi in proprio e la passione per lo sport. Se non avete idea di come si possa realizzare un simile progetto, continuate a leggere e scoprirete quali sono gli aspetti logistici e burocratici per l’avvio dell’attività.

Circolo sportivo: la burocrazia

Quando parliamo di circolo sportivo, abbiamo detto che parliamo in realtà di un’associazione di più persone, che deve essere creata seguendo delle norme vincolanti, che permettono ai soci di tale attività di poter beneficiare dei vantaggi fiscali e delle agevolazioni contabili che spettano a coloro che aprono una simile attività. Il percorso burocratico è costituito dalle seguenti operazioni da svolgere:

– stesura dell’Atto Costitutivo, riportante le motivazioni e gli obiettivi di tale attività. Lo Statuto deve inoltre essere compilato secondo la normativa prevista dal D. Lgs. 460/97
– compilazione di un elenco riportante tutti i nomi dei soci fondatori dell’attività completa dei relativi ruoli
– disposizione dei libri contabili, dei verbali e di tutti i documenti che conterranno tutte le attività del circolo
– consegna di 2 copie bollate dello Statuto presso l’Ufficio Registri Atti Privati, previo pagamento della quota prevista
– richiesta del Codice Fiscale per l’attività non commerciale presso l’Ufficio Imposte Dirette
– affitto dei locali e dei campi all’aperto presso il comune per richiedere anche le agevolazioni fiscali previste per suddetta attività

Il passo successivo è quello di trovare il locale adatto ad ospitare un circolo sportivo. Esistono dei requisiti logistici che il locale deve possedere per poter ospitare tale attività: deve essere conforme alle norme riguardanti la sicurezza previste per i locali pubblici; deve essere conforme alle norme riguardanti le barriere architettoniche; deve possedere l’idoneità sanitaria dei locali.
In termini di servizi da offrire al pubblico, valutate l’idea di aprire anche un punto ristoro interno al circolo. Il bar è un importante miglioramento dei servizi, perché permette ai clienti di usufruire di un punto di ritrovo dove bere e mangiare insieme, consumando i vostri prodotti. Il consiglio è di predisporre anche un’area ricreativa nella quale posizionare dei biliardini come questi, un ping pong, un flipper oppure un tavolo da biliardo allo scopo di avere più servizi che garantiscano la presenza costante dei clienti.
Se l’idea del bar vi piace, sappiate che per realizzarla sarà necessario seguire un iter burocratico speciale, che riguarda la somministrazione di alimenti e bevande al pubblico e può risultare più complicato da ottenere:

– apertura di una partita IVA

– registrazione al REC (Registro Esercenti in Commercio)

Tenete presente che una volta ottenuti i permessi e le licenze per il bar, la vendita di cibi e bevande al pubblico sarà consentita solo da parte dei soci in possesso di una regolare tessera di appartenenza.
La tessera di appartenenza è necessaria a tutti i soci, sia per accedere a tutte le attività e locali del circolo, sia per una questione puramente legale. L’ultimo passo prima dell’apertura è l’allestimento logistico del circolo, ovvero l’arredamento dei locali e la predisposizione degli impianti per le attività sportive. Per quanto riguarda le forniture sportive, puntate sempre su prodotti di qualità, più funzionali e duraturi.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS