Che cosa è e come funziona il centro per l’impiego

Che cosa è il centro per l'impiego, quali sono le sue caratteristiche e le sue principali funzionalità per chi cerca un lavoro.

Il centro per l’impiego è un ufficio pubblico con il quale si può gestire e controllare il mercato del lavoro in ambito territoriale. I suoi servizi sono numerosi: il centro può infatti non solamente fornire una giusta consulenza a chi sta cercando un’occupazione, ma può altresì erogare e promuovere delle offerte lavorative di aziende pubbliche o private, fungendo da punto di contatto tra la domanda e l’offerta di lavoro.


Centro per l’impiego: il “nuovo” ufficio di collocamento?

I nostri lettori con qualche anno in più sulle spalle non avranno certamente grande difficoltà nel tracciare nel centro per l’impiego una sorta di “nuovo” ufficio di collocamento. Effettivamente, la nascita dei centri coincide con la scomparsa degli uffici di collocamento, che il d.lgs. 469/97 ha sostituito con le nuove entità, stabilendone i principali compiti relativi.

Ad ogni modo, è sbagliato ritenere che il centro per l’impiego abbia sostituto senza innovazioni i vecchi uffici di collocamento. Il centro per l’impiego è infatti un centro funzionale, pubblico e gratuito, che sostiene le persone nella propria attività di ricerca di loro e le aziende nella ricerca di personale, senza tuttavia replicare le vecchie abitudini del precedente ufficio, che tra i compiti aveva per esempio quello di rilasciare il libretto di lavoro, un documento che riportava la storia lavorativa della persona alla ricerca di un’occupazione, e che dal 2002 è stato poi sostituito dalla scheda professionale del lavoratore, un curriculum vitae più completo e integrato con l’area formativa.

I compiti del nuovo centro per l’impiego

Per quanto concerne i compiti del centro per l’impiego, quelli principali sono relativi alla mediazione tra la domanda e l’offerta del mercato del lavoro; all’informazione, all’orientamento e alla consulenza per tutti coloro che vivono nel territorio e che necessitano di delucidazioni relative al settore lavorativo, e ancora al sostegno e all’informazione sul collocamento dei lavoratori.

All’interno del centro per l’impiego è poi possibile individuare delle funzioni specifiche per categorie di lavoro ben determinate, quali i lavoratori disabili, i lavoratori vincitori di pubblico concorso, le donne, e così via. Con il passare degli anni, si sono sviluppate apposite funzioni formative con il compito di istituire corsi specifici che aiutino soprattutto i più giovani a trovare una loro collocazione nel mercato.

Come iscriversi al centro per impiego

Per potersi iscrivere al centro per l’impiego è sufficiente aver compiuto 16 anni (o 15 se si è già assolto l’obbligo scolastico), ed essere cittadini disoccupati o inoccupati residenti o domiciliati in una provincia italiana (per gli stranieri, è inoltre necessario possedere un permesso di soggiorno valido). L’età massima per l’iscrizione è pari a 65 anni.

La procedura di iscrizione è davvero molto semplice: sarà sufficiente recarsi presso uno degli uffici sul territorio muniti di documento d’identità e codice fiscale. Presso il centro, sarà poi necessario compilare il modulo ad hoc, inserendo tutte le informazioni sull’ambito lavorativo (è utile portare i documenti inerenti l’ultimo contratto di lavoro) e sull’ambito formativo (il curriculum dei titoli ottenuti aggiornato). Una volta iscritti, si accede ai servizi del centro.

Inoltre ti consiglio:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ecco per te il Kit Lavorare Sempre, garantito da Bianco Lavoro per qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate nella tua casella email in linea con le tue esigenze, registrati sulla nostra job board Euspert Bianco Lavoro selezionando la tua zona e categoria di interesse (il servizio è completamente gratuito)




CATEGORIES
Share This

COMMENTS