Cerco disperatamente lavoro. Per favore assumetemi

“Cerco lavoro, qualsiasi lavoro. Per favore, sono sette mesi che non lavoro. A Macerata.”

“ciao sono una ragazza ho 32 anni e sono mamma di un bimbo piccolo. cerco disperatamente qualsiasi tipo di lavoro a verona.ciao grazie”

“Cerco disperatamente lavoro zona xxxxx e provincia, ho esperienza decennale come impiegata amministrativa. Aiutatemi per favore.”

“La crisi mi ha lasciato disoccupato. Cerco disperatamente un qualsiasi lavoro come operaio”

“ho 47 anni ho 3 figli e cerco disperatamente un lavoro in qualsiasi zona importante che lavoro grazie”

Queste sono solo alcune delle decine di richieste che tutti i giorni sono indirizzate alle aziende ed alle agenzie per il lavoro, spammate nei commenti dei blog o pubblicate nelle pagine Facebook.

Che rispondere? Sicuramente prendiamo atto e ci rendiamo conto di come per molti la situazione lavorativa sia disastrosa, tuttavia non possiamo che sconsigliare nella maniera più categorica questo modo di proporsi.

uomotristeCercare un lavoro è una attività seria, è necessario studiare il mercato, capire quali siano le proprie aspettative e competenze, preparare una strategia, munirsi degli attrezzi del mestiere (banca dati aziende, elenco di siti web e canali vari, un ottimo CV, una lettera di presentazione, etc…), navigare sui siti web di informazione lavoro per essere competenti in materia e muoversi quindi in maniera seria.

I messaggi di aiuto che riceviamo sono assolutamente inutili nella ricerca di occupazione, mettetevi nei panni di un poteziale datore di lavoro, assumereste qualcuno che con due o tre righe sgrammaticate pone come unica argomentazione il suo disperato bisogno di lavorare? Se aveste voi bisogno di un professionista, un medico o un avvocato, cerchereste il migliore oppure quello che dice: “Per favore prendi me, sono anni che non faccio una causa in tribunale ed ho bisogno di clienti” oppure “Fatti operare da me, sono anni che non lavoro ed ho famiglia da mantenere“.

Gli esempi sono ovviamente delle provocazioni, ma spero con questo di rendere chiaro il concetto: è necessario presentarsi al meglio, convincendo le aziende che otterranno dei vantaggi ad assumervi, e non che semplicemente debbano farvi un favore perchè ne avete bisogno!

Se avete le competenze per utilizzare internet per scrivere e-mail e post, sicuramente riuscirete anche ad utilizzare il web per evolvervi tecnicamente e culturalmente nel campo lavorativo e presentarvi quindi in maniera certamente più professionale ed efficace.

A voi i commenti…


CATEGORIES
Share This

COMMENTS

Wordpress (5)
  • Marco 2 anni

    Non trovò nulla da 4 anni i motori di ricerca sono una beffa a volte trovi lo stesso annuncio a cui hai partecipato per mesi, non capisco queste agenzie che si prendono gioco dei disperati ma danno la priorità a stranieri piuttosto, che Italia di m.

    • Eleonora Cavetti 5 mesi

      Vero!no servono a nulla queste agenzie anzi ti fanno solo perdere tempo e danno priorità agli stranieri e ultimi arrivati.All’estero queste agenzie sono organizzate meglio e davvero ti danno delle possibilità di lavoro.In Italia non so la gente cosa o chi cerca per dei lavori del c….cercano sempre espeeienza e ancora esperienza ma non guardano cosa sa fare una persona!che indecenza!!

  • alberto 3 anni

    Ok, hai ragione quando dici che bisogna presentarsi in modo adeguato: non si va ad un colloquio di lavoro dicendo: mi assuma per favore, sono disperato !
    Ma metti che io ho 59 anni, 27 anni di contributi, più tanti altri anni di lavoro in nero. Metti anche che negli ultimi 14 anni mi sono inventato un lavoro, ho studiato anni da autodidatta ed ho aperto una impresa individuale come programmatore informatico. In questi ultimi tre anni, pian piano i clienti si sono ridotti fino a scomparire. Metti che abito in Sardegna e che spesso, ogni giorno, nelle decine e decine di annunci mi sento rispondere che vogliono un giovane max 25 anni con 10 anni di esperienza (è un paradosso). Metti che nella vita, prima di fare l’informatico ho fatto di tutto, operaio in catena di montaggio, operaio agricolo, badante, fotografo, custode, impiegato, giardiniere (questo per dirti che ho sempre cercato di lavorare e che mi son sempre adattato). Ora considera un momento che ho dovuto chiudere la ditta perchè tra tasse e contributi non ce la facevo più.
    Considera che sto rispondendo a decine di annunci di lavoro di qualsiasi tipo ogni giorno, disposto a lavorare in Italia e all’estero, e nessuno risponde.
    So perfettamente che in questa situazione ci sono migliaia, decine di migliaia, centinaia di migliaia e milioni di persone. Cosa dobbiamo fare tutti noi ? E’ forse questa la società del benessere ? Il Bel Paese ? Se hai fame non ti interessa molto la bellezza della Torre di Pisa.
    E ti dico anche che mi irrita vedere nelle prime pagine (online) dei maggiori quotidiani leggere che “Clooney fa sul serio: ad Amal un diamante da 500 mila euro”, o “capelli da star, meglio lunghi o corti”, o “le spiagge dei Vip” …. io credo che noi italiani abbiamo tanti problemi, tanti grossi problemi, che dovremo iniziare a risolvere, non nascondendo la testa sotto la sabbia e distraendoci guardando altrove.
    E ti dico anche che anni fa ho fatto volontariato per anni, ed anche adottato a distanza per anni alcune bambine orfanelle brasiliane.
    Non ti chiedo una risposta, non ne hai, non ne puoi avere. Non è neanche uno sfogo, ho scritto perchè ho letto che “un commento è molto gradito”.
    Io non la voglio questa società a due facce: patinata e sorridente nella facciata, grigia, disperata e cinica appena sollevi il coperchio.
    Beh, ti saluto, ciao, ed un saluto anche agli over 50 che ho visto nella sezione “ultimi commenti” qui sulla destra.

  • Francesco Agenzia per il Lavor 5 anni

    Ipoteticamente la tua segnalazione ha fondemento nella prassi quotidiana di approccio verso le varie APL. La realtà però è da collocarsi in altre ottiche vissute quotidianamente da poveri cristi che, disperati dalla continua ed inutile ricerca di lavoro, debbono ormai ricorrere all’unica forma di umanità che ci è rimasta: l’appello alla buona coscenza degli altri!!!
    Come si può pretendere che persone appena licenziate, senza un pezzo di carta fra le mani, che fino a ieri avevano bisogno solo delle proprie competenze lavorative, ad un certo punto si mettano a fare curriculum e lettere di presentazione e soprattutto che si mettano nelle mani di dipendenti di APL appena usciti dall’università che di lavoro non ci capiscon nulla e che debbono solo portare a termine la commessa???
    Tu hai ragione, è tutto il resto che è sbagliato.

  • Matteomadarena 5 anni

    io cerco disperatamente lavoro anche in campagna vi prego assumetemi