Canone Rai in bolletta: rate da 10 euro al mese?

La proposta, momentaneamente depositata alla commissione Bilancio del Senato, entrerebbe a regime solo nel 2017

Non c’è pace per il canone Rai. Da quando il premier Matteo Renzi ha annunciato l’intenzione di inserirlo nelle bollette di energia elettrica, le soluzioni proposte si sono succedute alla velocità della luce (è proprio il caso di dirlo) ma con scarsi risultati. La parola fine potrebbe scriverla l’ultimo emendamento (targato Pd-Ap) alla legge di Stabilità depositato in commissione Bilancio del Senato che prevede, in sintesi, che l’importo del canone (abbassato a 100 euro annui) venga “spalmato” in 10 rate mensili.


canone Rai

image by BrAt82

L’idea è quella di far pagare agli italiani, da gennaio a ottobre, 10 euro in più che si troveranno addebitati nelle bollette elettriche. Se la soluzione dovesse essere accolta, però, non avrebbe effetto immediato perché i tempi per modificare le modalità di fatturazione del 2016 sono troppo stretti. E allora? La rateizzazione in 10 rate mensili da 10 euro potrebbe entrare a regime dal 2017, mentre per il 2016 si dovrebbe procedere con un addebito di 70 euro nel mese di luglio e dei restanti 30 euro nei mesi successivi. Le ipotesi vagliate precedentemente prevedevano, invece, due rateizzazioni semestrali da 50 euro o sei bimestrali da 16,66 euro. Per un totale di 100 euro che rimane sempre invariato. A conti fatti, insomma, si tratta di soldi che gli italiani in possesso di una televisione dovranno comunque sborsare. E che si sta studiando di mettere in cassa secondo “metodologie” più o meno soft.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS