Boom di mutui: +86,1% in un anno

A crescere sono anche i finanziamenti alle imprese e le operazioni di credito al consumo

Gli ultimi dati diffusi ieri dall’Abi (Associazione bancaria italiana) sembrano tratteggiare il volto di un sistema creditizio meno duro e intransigente. Nei primi 8 mesi del 2015, i finanziamenti concessi alle imprese sono aumentati, infatti, del 15,9%, rispetto allo stesso periodo del 2014. E a salire del 27,2% sono state anche le operazioni di credito al consumo. Ma è alla voce erogazioni mutui che l’Abi ha rilevato un vero e proprio boom, con una crescita dell’86,1% che avrebbe concesso una chance a molte famiglie italiane desiderose di acquistare casa.


mutui

image by LDprod

Stando ai calcoli dell’associazione, tra gennaio e agosto, le banche italiane hanno concesso in totale 28,920 miliardi di euro per i mutui. Una cifra nettamente superiore ai 15,543 miliardi rilevati nei primi 8 mesi del 2014, e che supera anche i 25,283 miliardi di euro conteggiati a fine del 2014. Per non parlare del divario con la cifra concessa dalle banche nei primi 8 mesi del 2013 (12,089 miliardi di euro) o con quella erogata nel 2012 (13,924 euro). Gli istituti di credito sembrano, insomma, aver allentato la stretta e starebbero mostrando il loro lato più “collaborativo” agli italiani che progettano di comprare casa. La rilevazione dell’Abi ha, infine, evidenziato che, da gennaio ad agosto, il 48,3% dei mutui erogati è stato a tasso variabile, ma nel mese di agosto si è assistito a un vero e proprio exploit dei mutui a tasso fisso che hanno interessato più del 60% del totale.

 




CATEGORIES
Share This

COMMENTS