Bonus energia 2019: tutti i requisiti per lo sconto su bollette luce e gas

Bonus Energia, o meglio sconto su bollette di luce e gas, uno degli argomenti che sta a cuore agli italiani: chi ne ha diritto? Ed in che modo fare la richiesta? Vediamolo

Bonus Energia, o meglio sconto su bollette di luce e gas, uno degli argomenti che sta a cuore agli italiani: chi ne ha diritto? Ed in che modo fare la richiesta? Vediamolo.


Bonus energia 2019

Bonus Energia 2019

Come ogni anno, il rincaro dei costi di luce e gas sono sempre un argomento di grande attualità; ma anche cercare un risparmio è altrettanto importante, soprattutto se ci sono delle agevolazioni di cui è possibile usufruire. Pare che dal 2019, i requisiti per ottenere il bonus di luce e gas, potrebbero cambiare sulla base del reddito ISEE, che forse potrebbero essere più alte dello scorso anno. I bonus e gli sconti su luce e gas sono stati introdotti circa 10 anni fa, e attualmente ancora confermati, anche se con requisiti diversi; molto dipende dalla possibilità economica che fa capo alla famiglia.
Insomma gli sconti ci sono ma se non si dimostra l’impossibilità a poter pagare, allora nessun bonus!

Requisiti e vincoli per chiedere il bonus bolletta

Non basta volere lo sconto, ma bisogna rispettare certi vincoli. Ecco quali requisiti vengono richiesti ad un cittadino per usufruire del bonus bolletta:

  • bisogna essere un utente domestico con intestato una bolletta gas e luce, o comunque avere una fornitura diretta se si vive in un condominio;
  • dimostrare di avere un ISEE non superiore alla soglia stabilita per il 2019.

A questo punto immagino che vorrete sapere qual è la soglia minima per accedere al bonus, prevista per l’anno in corso: di tratta di € 8.107,5, però se il nucleo familiare a più di 3 figli a carico, allora si può arrivare anche fino a 20 mila euro all’anno. Tuttavia nella suddetta valutazione del reddito ISEE c’è dentro anche la valutazione del reddito patrimoniale che non può superare i 6 mila euro, aumentato di 2 mila euro per ogni figli a carico, con limite massimo fino a 10 mila euro. Insomma, prima di richiedere i bonus è bene farsi i conti!

Bonus bolletta e reddito di cittadinanza, che legame esiste?

Attualmente l’estensione del bonus Energia, dipende anche dai requisiti previsti per il reddito di cittadinanza, ovvero ISEE non superiore a 9.360,00 euro all’anno. Come fare per richiedere? Ci si può rivolgere al proprio comune di residenza oppure presso un Caf territoriale e richiedere il modulo, da compilare, dopo aver attestato il proprio reddito ISEE oppure aver fatto richiesta, della Dichiarazione unica sostitutiva. Valutate sempre di rientrare nei requisiti menzionati.
La domanda ha validità 12 mesi e può essere rinnovata entro 2 mesi dalla scadenza del periodo di validità.

Perchè fare richiesta del bonus bolletta, conosciuto come bonus energia?

La misura introdotta per il gas nel 2009 e per la luce nel 2007, è stata pensata perchè si ritiene che la luce ed il gas siano da considerarsi beni fondamentali al giorno d’oggi per le famiglie italiane, ed è impensabile non aiutare le persone nel sopperire a questa spesa. D’altra parte, con i continui aumenti del caro vita e le perdite di lavoro che hanno segnato il futuro delle famiglie, sono tanti i nuclei che non riescono a garantirsi questo diritto.

Un bonus sociale a favore delle fasce deboli

Il bonus Energia, come forma di sostegno alla famiglia è il modo migliore per ottenere uno sconto immediato in bolletta, per le famiglie numerose o con reddito basso, senza dover rinunciare ad utilizzare l’energia elettrica o il gas naturale.
Anche per quest’anno dunque vengono riconfermati questi bonus, considerati bonus sociali che rientrano fra le misure di sostegno al reddito per contrastare il fenomeno della povertà in Italia. Se avete bisogno invece di informazioni più specifiche, è sempre possibile rivolgersi al proprio comune di residenza, dove dovrebbe essere attivo uno sportello dedicato proprio a queste situazioni.




CATEGORIES
Share This