Bonus 80 euro: permanente con legge di stabilità

Il Bonus 80 euro e il taglio del cuneo fiscale saranno resi permanenti con la legge di stabilità. Questo quanto pronunciato dal Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan durante il suo intervento in Parlamento per illustrare l’informativa urgente sul rispetto dei vincoli derivanti dal patto di stabilità e crescita alla luce delle raccomandazioni agli Stati membri dell’Unione europea approvate l’8 luglio 2014 dal Consiglio Ecofin. Ha anche aggiunto che per la crescita “non esistono scorciatoie” e, rivolgendosi sia all’Italia che all’Europa, ha proposto una strategia su più piani per uscire dalla crisi indicando i 3 pilastri necessari: più apertura di mercato, riforme strutturali, più investimenti per la crescita. Vediamo più nello specifico quanto ha riferito in Parlamento, oltre all’annuncio sul bonus 80 euro.Bonus 80 euro


Il Ministro si è soffermato anche sui  temi della crescita, che rimane debole, e della disoccupazione ancora troppo elevata. Si è dimostrato però ottimista minimizzato circa gli ultimi dati congiunturali negativi del Pil e della produzione industriale, affermando che grazie alle riforme strutturali che il governo ha in cantiere l’economia riuscirà a ripartire. L’alto tasso di disoccupazione rimane poi una delle preoccupazioni principali per Padoan che ha però sottolineato, non essere solo un problema italiano ma anche europeo e, di conseguenza, la  lotta alla disoccupazione deve essere una priorità sia del semestre italiano ma anche del prossimo ciclo parlamentare in Europa. Ha poi anche aggiunto che il Paese ha bisogno di una decisa azione di riforme e che compito della politica economica “è dare segnali giusti che possano influenzare positivamente le aspettative”.

Padoan rassicura anche sul rimborso dei debiti della P.A., attualmente in corso, che verrà ulteriormente rafforzato, annunciando che i progressi saranno dettagliatamente indicati nel Def di settembre.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS