Bonus 80 euro in busta paga, qualche numero per capirne di più

Qualche prima indicazione sui beneficiari del bonus 80 euro in busta paga, secondo le dichiarazioni del sottosegretario Zanetti.

Secondo quanto affermato, nel corso del recente question time in commissione Finanze alla Camera, dal sottosegretario all’economia Enrico Zanetti, sarebbero circa 11,7 milioni i soggetti che nel 2014 hanno percepito il bonus 80 euro in busta paga dal proprio datore di lavoro, previsto dal governo per cercare di rimpolpare il potere d’acquisto degli italiani.


Rispondendo a un’interrogazione a firma Savino e altri, tendente a comprendere quanti fossero realmente i beneficiari del bonus, e quanti siano stati costretti a restituirlo a causa della scarsa attendibilità del 730 precompilato, Zanetti ha inoltre precisato come solamente l’anno prossimo sarà possibile disporre dei dati definitivi quando, cioè, saranno resi noti i dati dell’analisi statistica sulle dichiarazioni fiscali effettuata dal dipartimento delle Finanze.

Dunque, almeno per il momento, non è possibile comunicare i dati su eventuali casi di restituzione del bonus. Nella risposta al question time Zanetti sottolinea comunque che il bonus Irpef è legato al reddito complessivo del contribuente mentre il datore o sostituto lo ha riconosciuto in busta paga considerando solo il reddito da lavoro dipendente.

In altri termini, possono essere stati attribuiti bonus in realtà non spettanti all’esito della liquidazione della dichiarazione. Tuttavia, le restituzioni eventuali non sono dunque ricollegabili al 730 precompilato, bensì alla determinazione del reddito complessivo in sede di dichiarazione annuale dei redditi.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS