Bollo auto 2018: regole per auto private e flotte aziendali

Le regole per il bollo auto, anche per il 2018, rimangono invariate rispetto allo scorso anno. Vediamo quando si paga, come e specifiche sul bollo auto aziendale.

Il bollo auto è una tassa regionale (ad eccezione delle regioni a statuto speciale) il quale deve essere pagato da coloro che possiedono autoveicoli o motoveicoli  il cui importo potrà essere calcolato attraverso il servizio online dell’Agenzia delle Entrate. Il servizio è attivo sia per per le auto delle flotte aziendali  che per quelle private.


bollo auto 2018

Nulla è cambiato rispetto allo scorso anno per il bollo auto 2018. Di conseguenza andrà pagato entro l’ultimo giorno del mese successivo al bollo precedente. Nel caso in cui si acquisti una nuova automobile il bollo andrà pagato entro la fine del mese in cui è stata immatricolata e, nel caso in cui l’immatricolazione sia avvenuta dieci giorni dalla fine del mese, il bollo andrà pagato per interno entro la fine del mese successivo.

Come pagare il bollo auto 2018

Il pagamento del bollo auto 2018 è obbligatorio per tutti i mezzi di trasporto per cui è prevista la tassa automobilistica, potrà essere fatto attraverso diversi canali:

  • Presso le agenzie dell’Aci
  • Agenzie abilitate di pratiche auto
  • Tabaccai con Lottomatica
  • Sportelli delle Poste italiane
  • Online mediante il servizio di internet banking, i servizi Aci, carte di credito con Telebollo o Bollonet, Poste Italiane

Le regole per il pagamento della Tassa Automobilistica variano a seconda che si tratti di rinnovo del bollo auto oppure di primo pagamento.

Bollo auto 2018: come si calcola l’importo da pagare

Il costo della tassa automobilistica viene calcolato sulla base della potenza del motore in KW il cui dato si può rilevare dal libretto di circolazione alla voce “pot. Max KW” oppure, per i veicoli recenti con una carta di circolazione attuale la potenza del motore viene indicata sotto la voce “P.3”. Nel caso il cui la potenza in KW abbia una virgola bisognerà tenere conto solo dei numeri decimali senza considerare quelli dopo la virgola. Tranne che nelle regioni italiane di Campania, Abruzzo, Calabria, Veneto, Marche e Molise, per tutte le altre regioni l’importo annuo della tassa automobilistica è di 2,58 euro a KW. In ogni caso, l’importo esatto che si dovrà pagare per il bollo auto si potrà calcolare online attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate oppure su quello dell’Aci oltre alla possibilità di poter verificare la regolarità dei pagamenti e avere in tempo reale un quadro sulle scadenze e, in caso di mancato o ritardato pagamento del bollo auto, le sanzioni e gli interessi di mora.

Bollo aziendale: regole per flotte aziendali e leasing

Per le auto prese con contratti di leasing, che spesso appartengono a delle flotte aziendali, il bollo auto non dovrà essere pagato dalla società titolare del leasing ma dall’effettivo utilizzatore a titolo. Di conseguenza il Decreto Legge Enti Locali  ha previsto che sia il cliente a pagare il bollo e non la società di leasing. Il calcolo per il bollo auto aziendale sarà possibile farlo esattamente come per gli utenti privati, ossia attraverso il servizio messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate per il calcolo online, inserendo il numero di targa dell’auto aziendale nell’apposito spazio e verrà immediatamente calcolato l’importo da versare per il bollo auto. Nel caso in cui fossero presenti eventuali more o interessi, questi verranno inclusi nell’importo calcolato. Le auto aziendali, come quelle private, hanno l’obbligo di pagare la tassa automobilistica per tutti i veicoli immatricolati sul territorio italiano. Il servizio è attivo 7 giorni su 7 dalle ore 7.00 alle 24.00. Per coloro che risiedono nella Provincia autonoma di Bolzano il calcolo del bollo auto online non è consentito.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS