Benetton: licenziamenti e assunzioni

Rivoluzione in casa Benetton. La nota casa di moda trevigiana avrebbe in programma centinaia di licenziamenti, 450 secondo alcuni organi di stampa, di cui 228 solo nelle sedi di Ponzano Veneto e Castrette di Villorba. L’Ad Chiarolanza ha spiegato che, volendo rilanciare l'azienda nel lungo periodo, colpita come molte altre da una tremenda contrazione dei consumi,  il provvedimento non era più procrastinabile”. Al dirigente hanno però fatto eco i sindacati, che hanno definito la questione “una mazzata senza precedenti”. I licenziamenti dovrebbero riguardare sviluppatori di prodotto, tecnici e impiegati.


Di contro, c’è anche una notizia positiva. Anche se in numero minore, l’azienda veneta avrebbe contemporaneamente in progetto diverse assuznioni nel breve. 280 persone in tutto, distribuite sulla rete nazionale di negozi. Inoltre, con tutta probabilità l’Italia non sarà l’unico paese a subire una significativa ristrutturazione delle forze occupazionali in casa Benetton. Operazioni similari sono infatti state previste anche all’estero, in quanto, essendo la crisi di portata mondiale, la contrazione del potere di spesa e conseguentemente dei consumi ha inciso anche al di fuori dell’Italia.

Quello spagnolo ad esempio, è da sempre  un mercato piuttosto importante per Benetton, ma l’occupazione spagnola va peggio di quella italiana.  E’ chiaro come in un paese con cinque milioni di disoccupati (cifra recentemente diffusa dal Ministero del Lavoro), l’economia non possa essere performante. In un’ottica di contenimento dei costi, Benetton ha annunciato anche la rescissione di un buon numero di contratti di fornitura, ben 135, molti dei quali riguarderebbero aziende venete.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS