Attentato al manager Ansaldo, arrestati due anarchici a Torino


Una svolta nelle indagini sull’attentato al manager Ansaldo del 7 maggio scorso ha portato all’arresto di due sospettati appartenente ad una cellula rivoluzionaria anarchica.

Si tratta di Alfredo Cospito (46 anni) e Nicola Gay (35) arrestati questa notte durante un blitz dei carabinieri del Ros e gli uomini della Digos di Genova che li hanno fermati mentre stavano per lasciare l’Italia insieme alla compagna di Cospito. La donna indagata non è stata fermata.

Sono tuttora in corso altre perquisizioni in abitazioni private e centri di aggregazione di matrice anarchica nei territori di Bordighera, Cuneo e Pistoia.

Maggiori informazioni sull'operazione saranno divulgate nella conferenza stampa programmata alla Procura di Genova alle 11.30.

Ricordiamo che l’Ing. Adinolfi, amministratore delegato della Ansaldo Nucleare, era stato gambizzato con un colpo d’arma da fuoco al polpaccio sotto la propria abitazione. I due complici si erano poi dileguati nel nulla a bordo di uno scooter.

Pochi giorni dopo l’attentato era stato rivendicato da un gruppo di rivoluzionari anarchici: "Abbiamo azzoppato Adinolfi, uno dei tanti stregoni dell’atomo" , firmato "Cellula Olga" (ndr. Olga Ekonomidou, è un membro del Fronte Rivoluzionario Internazionale arrestata il 4 gennaio scorso). 



 

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS