Assunzioni Garanzia Giovani, ecco come evitare il de minimis

Nuove informazioni per poter usufruire del bonus relativo alle assunzioni Garanzia giovani anche oltre il limite del de minimis.

Il decreto del ministero del lavoro n. 385/2015, a modifica del decreto n. 1709/2014 sul noto programma operativo nazionale Garanzia Giovani, introduce alcune “scappatoie” per poter usufruire del bonus assunzioni Garanzia Giovani oltre soglia de minimis. In breve, per i giovani tra i 16 e i 24 anni, è necessario che l’assunzione determini un incremento occupazionale; nel caso di giovani tra i 25 e i 29 anni, oltre all’incremento occupazionale, è invece necessario che il giovane sia non essere retribuito da sei mesi, o non essere qualificato, o venire assunto in settori o professioni ad alta disparità uomo-donna.


assunzioni garanzia giovani

In cosa consiste il bonus assunzioni garanzia giovani

Il bonus occupazione di cui alla Garanzia Giovani spetta a quei datori di lavoro che entro il 30 giugno 2017, assumono in azienda giovani iscritti alla Garanzia Giovani, di età compresa tra i 16 e i 29 anni, purchè privi di occupazione, nè inseriti in percorsi di studio o di occupazione. Il bonus è compreso tra un minimo di 1.500 euro e un massimo di 6.000 euro.

In attesa del via libera da parte della Commissione Europea, il bonus è fruito nel rispetto della regola de minimis, con conseguente limite di 200 mila euro nell’arco di tre esercizi finanziari (100 mila euro per le sole imprese di attività di trasporto di merci su strada in conto terzi). Tuttavia, non sempre è necessario rispettare tali limiti

Quando si può “aggirare” il de minimis

Stando a quanto stabilito dal decreto, è possibile usufruire del bonus anche oltre il de minimis in due diverse occasioni. Per i giovani d’età compresa tra 16 e 24 anni il bonus è usufruibile oltre il de minimis se l’assunzione comporti un incremento occupazionale netto, salvo che il posto di lavoro non si sia reso vacante per dimissioni volontarie, invalidità, pensionamento per raggiunti limiti d’età, riduzione volontaria orario di lavoro o licenziamento per giusta causa.

Ancora, per i giovani d’età compresa tra 25 e 29 anni il bonus è fruibile se l’assunzione, oltre a comportare un incremento occupazionale netto, fatta salva l’eccezione prima indicata, ovvero per posto libero per decisione non del datore di lavoro, ricorra una delle seguenti condizioni (pertanto, non tutte contemporaneamente): giovane privo di impiego regolarmente retributivo da almeno sei mesi; giovane non in possesso di un diploma di secondo grado o altra qualifica che abbia completato la formazione a tempo pieno da non più di due anni e non abbia ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito; occupazione in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna superiore al 25%.




CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS