Assegni familiari: i nuovi importi indicati dall’Inps in vigore dal 1°luglio

I nuovi importi relativi agli assegni familiari ed i  livelli reddituali di riferimento sono stati recentemente indicati dall’Inps, attraverso la circolare 76 dell’11 giugno 2014. Tali importi entreranno i in vigore il 1° luglio 2014 e dureranno fino al 30 giugno 2015. Vediamo dunque quali sono i principali contenuti della circolare, e in che modo poter prendere visione di tutti gli importi degli assegni familiari, a seconda della propria condizione personale.


 

Nella circolare l’Inps ricorda come la legge n. 153/88 stabilisca che i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare sono rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno, in misura pari alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, calcolato dall’ISTAT, intervenuta tra l’anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell’assegno e l’anno immediatamente precedente.

Ebbene, sulla base dei calcoli effettuati dall’Istat, la variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo tra il 2012 e il 2013 sarebbe stata pari all’1,1% e, dunque, sono stati rivalutati i livelli di reddito in vigore per il periodo 1 luglio 2013 – 30 giugno 2014 sulla base di tale valore di riferimento.

Sancito quanto precede, l’Inps allega alla circolare le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonchè i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2014 al 30 giugno 2015, alle diverse tipologie di nuclei familiari. Gli stessi livelli di reddito avranno validità per la determinazione degli importi giornalieri, settimanali, quattordicinali e quindicinali della prestazione.

Qualora interessati, vi invitiamo dunque a scaricare l’allegato, qui disponibile in formato Excel.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS