Aspi, ovvero l’indennità di disoccupazione: ecco una breve guida

Tutto quello che dovete sapere sull'indennità di disoccupazione, ora comunemente chiamata Aspi.

inps-aspi

L’indennità di disoccupazione (oggi, Aspi) è una prestazione economica che viene prevista per fronteggiare gli eventi di disoccupazione che ricadono in capo a tutti quei lavoratori dipendenti che hanno perduto involontariamente la propria occupazione (pertanto, per quanto ovvio, non interessa coloro i quali hanno scelto di licenziarsi autonomamente). Ma come funziona l’indennità di disoccupazione? A chi spetta? Per quanto tempo? E a quanto ammonta l’indennità mensile ottenibile attraverso la richiesta dell’Aspi?


A chi spetta l’Aspi

L’indennità di disoccupazione spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perso involontariamente la propria occupazione: l’Aspi riguarda anche gli apprendisti, i soci di lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni.

Requisiti per richiedere l’Aspi

Affinchè si possa accedere all’indennità di disoccupazione è necessario che l’interessato si rivolga al competente Centro per l’impiego e presenti una dichiarazione in cui attesta che l’attività lavorativa svolta è cessata, e sia disponibile a svolgere una nuova attività lavorativa.

È inoltre necessario che siano trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione: il biennio di riferimento viene calcolato procedendo a ritroso a decorrere dal primo giorno in cui il lavoratore risulti disoccupato. Infine, è previsto almeno un anno di contributo contro la disoccupazione nel biennio precedente l’inizio del periodo di disoccupazione.

Come richiedere l’indennità

L’indennità deve essere richiesta all’Inps, esclusivamente in via telematica, eventualmente ricorrendo ai servizi erogati dal patronato o da intermediari dell’istituto previdenziale. In autonomia si può invece procedere attraverso sito web o contact center. Si tenga conto che la domanda deve essere necessariamente presentata entro il termine di due mesi dalla decorrenza dell’inizio del periodo indennizzabile (principalmente, l’ottavo giorno successivo alla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro).

Per quanto tempo spetta

L’Aspi, la nuova indennità di disoccupazione, spetta per:

  • 8 mesi se il disoccupato è di età inferiore a 50 anni (elevati a 10 dal 2015)
  • 12 mesi se il disoccupato è di età pari o superiore a 50 anni, ma inferiore ai 55 anni
  • 14 mesi se il disoccupato è di età pari o superiore a 55 anni (elevati a 16 dal 2015).

Quanto spetta

L’importo della prestazione indennitaria di disoccupazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile degli ultimi due anni se questa è pari o inferiore all’importo che la legge stabilisce (e rivaluta annualmente sulla base dell’indice Istat), e oggi pari a 1.192,98 euro.

L’importo è elevato al 75% dell’importo stabilito, sommato al 25% della differenza tra la retribuzione media mensile imponibile e il valore stabilito dalla legge, qualora la retribuzione media mensile superi la soglia attuale di 1.192,98 euro.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS