Arriva pensione anticipata per lavori usuranti

Arriva oggi alla Commissione Lavoro della Camera il disegno di legge che dovrebbe stabilire i lavori usuranti e i criteri per andare in pensione anticipatamente, rispetto ai requisiti necessari per la pensione di anzianità, in favore di alcune categorie che svolgono lavori considerati faticosi e a rischio, facendo loro maturare in anticipo i requisiti per uscire dal mondo del lavoro.

Dovrebbe trattarsi dei lavoratori notturni, degli addetti alla catena di montaggio, così come gli autisti pubblici, e verranno stabiliti i criteri per potere usufruire di tale agevolazione.

Il limite invalicabile sarebbe comunque un minimo di anzianità contributiva di 35 anni. Ci sarebbe un periodo di transizione, durante il quale l’anticipo dipenderà sia dall’età anagrafica che dalla quota (età anagrafica+anni di contributi). A regime, invece, cioè a partire dal 2013, l’anticipo dovrebbe maturare di tre anni sull’età anagrafica per l’anzianità (58 anni, anziché 61 anni), e di tre anni sulla quota (94 anni, anziché 97).

Vengono fissate anche le coperture finanziarie, per permettere di esitare il provvedimento. Inoltre, per chi entro il prossimo 31 dicembre maturerà i requisiti per usufruire dell’agevolazione della pensione anticipata, potrà fare richiesta entro il prossimo 30 settembre.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)