Aprire un supermarket in franchising, come fare e lista dei migliori franchisor

Tutte le informazioni necessarie per aprire un supermercato in franchising. Burocrazia, requisiti e lista dei migliori franchisor da contattare

Se stai pensando di aprire un supermarket in franchising o sei alla ricerca di una nuova idea imprenditoriale, questa è la guida che fa per te. Ti parlerò infatti di come aprire un supermercato in franchising, con alcune idee che ho selezionato tra i migliori franchisor del momento. Troverai spunti per punti vendita diversi tra loro, per investimento, tipologia e dimensioni e scoprirai inoltre quali sono i requisiti e i procedimenti da seguire per aprire il tuo punto vendita. Continua a leggere!


Discount, ipermercato, minimarket o supermercato in franchising?

Ipermercati, discount, supermarket, piccoli negozi e chi più ne ha più ne metta. Le nostre città sono costellate di punti vendita di ogni dimensione. Ma qual è quella migliore per un nuovo supermarket in franchising? Non posso darti una risposta che vale per tutti i marchi. Tieni presente che le dimensioni del tuo punto vendita dovranno essere adeguate sia alla tipologia di insegna sia alla sua collocazione.

Alcuni franchisor danno indicazioni specifiche a riguardo (ne troverai alcune anche nei paragrafi finali dedicati ai migliori franchisor). Tieni presente che di solito per i supermercati dei marchi più noti sono richiesti punti vendita di estensione grande/media, anche di diverse centinaia di metri quadrati. Questo non vale però peri punti vendita pensati per essere posizionati nelle aree pedonali o nei centri cittadini, dove di solito le metrature sono molto più ridotte.

Tieni inoltre presente che la dimensione del supermercato in franchising dipende molto anche dalla tipologia che intendi scegliere. Per un supermercato generico infatti è consigliata una metratura piuttosto elevata, in modo da offrire un assortimento completo alla tua clientela. Questo discorso invece può essere messo da parte nel caso in cui tu decida di aprire un punto vendita molto particolare e specifico, come ad esempio un negozio di prodotti sfusi. In questo caso la metratura potrà essere anche molto contenuta.

Oltre alle dimensioni del negozio, anche la scelta del franchisor può essere dettata da diverse motivazioni. Qualcuno preferisce affidarsi solo ai marchi più noti della grande distribuzione, altri invece optano per discount o per marchi meno noti (ma non per questo meno affidabili o con meno possibilità di successo).

Requisiti e procedura per aprire un supermarket

A prescindere dal franchisor che sceglierai e dalle dimensioni del punto vendita, tieni presente che dovrai essere in possesso di alcune caratteristiche e seguire un iter preciso per l’apertura del negozio. Per quanto riguarda le tue caratteristiche, non è necessario un titolo di studio specifico ma dovrai invece essere in possesso dell’attestato SAB per la somministrazione degli alimenti e delle bevande. Questo corso non è invece richiesto per chi ha lavorato per almeno due dei cinque anni precedenti in un’attività di somministrazione di cibo o bevande (inclusa la ristorazione).

Un’esperienza anche minima nella vendita è sempre consigliata, soprattutto perché in questo modo sarai già in grado di sapere se un lavoro a contatto con il pubblico faccia o meno al caso tuo. Tieni inoltre presente che un supermarket avrà necessariamente bisogno di uno o più collaboratori, in numero proporzionale alle dimensioni del punto vendita stesso.

Per quanto concerne invece l’apertura vera a e propria del tuo supermarket, la procedura che dovrai seguire prevede:

  • Apertura di una partita IVA
  • Iscrizione alla Camera di Commercio locale
  • Invio della comunicazione unica per l’inizio dell’attività al comune di ubicazione del supermarket
  • Apertura della posizione INPS/Inail per proprietario ed eventuali collaboratori.

Talvolta il franchisor offre un supporto specifico anche in questa fase, così come nella scelta del locale più adatto. A questo aspetto ti consiglio di dedicare un po’ di tempo, valutando soprattutto l’ubicazione del negozio, la sua metratura e al presenza o meno di un adeguato numero di parcheggi. Valuta con attenzione anche la concorrenza, prestando attenzione ai punti di forza e di debolezza dei negozi più simili al tuo.

Quanto costa aprire un supermercato?

Arrivo subito al punto: il costo di apertura di un supermercato o di un minimarket in franchising è difficile da stabilire per tutti. Infatti le variabili che possono influenzare il tuo investimento finale sono davvero molte. Verosimilmente, potresti avere bisogno di almeno 35.000 euro per un punto vendita di piccole dimensioni. La cifra è ovviamente media. Per aiutarti a considerare i costi, ti elenco qui le voci più importati che dovresti considerare:

  • Acquisto/affitto del locale
  • Lavori di adeguamento e costi di allacciamento utenze
  • Fee di ingresso richiesta dal franchisor (più l’eventuale prima fornitura di prodotti se non inclusa)
  • Costi per pratiche burocratiche

Non farti spaventare però da questo elenco e tieni presente che in alcuni casi sarà lo stesso franchisor a darti supporto per pianificare al meglio il tuo investimento.

Le migliori proposte franchising supermarket

Voglio dedicare i prossimi paragrafi alle proposte più interessanti che ho trovato per aprire un supermercato in franchising. Troverai l’investimento inziale, le caratteristiche richieste per il punto vendita e alcune altre informazioni importanti da considerare per la tua scelta.

Tigre

Tigre, insieme a Tigre Amico, è un marchio appartenente al gruppo italiano Gabrielli. Si caratterizza per due tipologie di punto vendita, con supermercati classici e negozi di prossimità. I supermercati sono presenti al momento nelle regioni del centro Italia, ma il progetto di espansione in franchising si rivolge a tutta la penisola. L’affiliazione in franchising offre un’assistenza completa, dalla progettazione del punto vendita alla gestione dopo l’apertura.

  • Investimento iniziale: n.d.
  • Caratteristiche punto vendita: piccole dimensioni (minimarket) o medio/grandi (supermercato)
  • Vantaggi: formazione continua, più piani di affiliazione, consulenza professionale per diversi ambiti, tra i quali marketing o gestione.

Dok

I supermercati Dok appartengono al gruppo Megamark, un’azienda specializzata nella distribuzione organizzata. Il marchio è presente sul territorio italiano con più di 200 punti vendita, dislocati nelle regioni del Sud. L’affiliazione in franchising prevede un’assistenza continua, che include ricerche di mercato e sulla concorrenza, una valutazione finanziaria e della fattibilità del progetto di franchising, assistenza nell’apertura e nella gestione del punto vendita.

  • Investimento iniziale: n.d.
  • Caratteristiche punto vendita: non indicata (punti vendita di medie/grandi dimensioni)
  • Vantaggi: assistenza completa nel progetto di franchising con stesura di un progetto su misura.

Simply Market

Simply Market è un marchio di supermercati molto diffuso in Italia. È infatti presente con più di 1.500 punti vendita di diverse dimensioni. Fa parte del gruppo internazionale Sma/Auchan, presente in 15 paesi nel mondo. La formula di apertura di un supermarket in franchising offre, oltre alla notorietà del marchio, una formula collaudata per quanto riguarda assortimento e logistica. Il marchio garantisce inoltre un’assistenza mirata alle esigenze specifiche del punto vendita. L’apertura in franchising si rivolge sia a chi vuole aprire un nuovo negozio sia a chi è già proprietario o gestore di un punto vendita attivo.

  • Investimento iniziale: n.d.
  • Caratteristiche punto vendita: a seconda della formula di affiliazione scelta; anche piccole dimensioni
  • Vantaggi: marchio molto noto, con alle spalle un gruppo internazionale. Assistenza e consulenza su misura.

MelaVerdeBio

MelaVerdeBio è un supermercato specializzato nella vendita di alimentari e non-food biologico, vegano e senza glutine. Si rivolge quindi ad una fascia di clienti attenta a salute, ambiente e tutela degli animali, con referenze che vanno dal prodotto alimentare fresco alla cosmetica. L’apertura di un supermarket in franchising è offerta con una formula completa, che arte dall’assistenza pre apertura. Offre la possibilità di aprire anche negozi di piccole dimensioni e una scelta di catalogo ampia, con più di 8.000 referenze.

  • Investimento iniziale: da 17.900 euro (max 25.000 euro)
  • Caratteristiche punto vendita: anche piccole dimensioni (sufficienti 40 mq)
  • Vantaggi: formula chiavi in mano, con assistenza, piani di marketing e comunicazione anche dopo l’apertura del punto vendita.

Teatro del Gusto

Teatro del Gusto è un marchio con negozi specializzati nella vendita di prodotti sfusi. In particolare offre olio, aceto balsamico, liquori e distillati. La particolarità dei punti vendita è data proprio dalla novità del prodotto sfuso, che viene imbottigliato davanti agli occhi del clienti, nella quantità desiderata. Sono inoltre presenti prodotti confezionati, come specialità gastronomiche, spezie e sale. Il progetto in franchising è offerto in diverse formule, a seconda dell’ubicazione del negozio, che può essere di ogni dimensione (a partire da un minimo di 20 mq).

  • Investimento iniziale: da 35.000 euro
  • Caratteristiche punto vendita: superficie di almeno 20 mq
  • Vantaggi: formula innovativa con prodotti di alta qualità. Formazione e prima fornitura incluse nell’investimento iniziale.

Come avrai avuto modo di capire leggendo i paragrafi precedenti, le idee che ti ho proposto per aprire un supermarket in franchising si differenziano molto l’una dall’altra. Se vuoi scoprire altre possibilità per aprire una nuova attività, continua a leggere le nostre guide sul franchising e le altre idee presenti sul sito.

CATEGORIES
TAGS
Share This