Aprire un negozio per il risparmio energetico

Aprire un negozio per il risparmio energetico potrebbe essere la giusta risposta da fornire per soddisfare le crescenti esigenze di un mercato sempre più proteso verso le fonti di energia alternativa e al risparmio economico da queste offerto. Vediamo come e il kit di supporto da scaricare

Aprire un negozio per il risparmio energetico potrebbe essere la giusta risposta da fornire per soddisfare le crescenti esigenze di un mercato sempre più proteso verso le fonti di energia alternativa e al risparmio economico da queste offerto.


negozio risparmio energetico

Quali sono i servizi offerti da un negozio per il risparmio energetico?

La principale funzione di questi esercizi commerciali consiste nel prestare al cliente un valido servizio di assistenza professionale, proponendo le soluzioni maggiormente confacenti alle individuali esigenze ed offrendo un valido supporto dalla fase di acquisto al servizio di installazione, assistenza e manutenzione post-vendita.

Quali sono i prodotti venduti?

I prodotti venduti sono principalmente quelli che consentono di soddisfare il fabbisogno energetico individuale sfruttando le fonti rinnovabili presenti in natura (sole, vento, legno ed acqua),ossia:

  • pannelli solari fotovoltaici;
  • contratti energetici alternativi;
  • impianti eolici;
  • stufe a pellet;
  • pompe di calore;
  • batterie ad energia solare;
  • lampadine a basso consumo.

La diversificazione dell’offerta commerciale ed il suo sapiente connubio con un valido servizio di consulenza, è un passo fondamentale per assistere il cliente a 360 gradi. Al fine di offrire un servizio completo, fornendo sempre al cliente una valida alternativa inoltre, è buona norma contemplare un’ampia rosa di contratti energetici tra cui scegliere.

Aprire un negozio per il risparmio energetico: il futuro è green!

Avviare un negozio per il risparmio energetico dunque, è il modo migliore per rispondere in modo adeguato alle esigenze dei consumatori. In risposta ad un inquinamento atmosferico che fa sentire i suoi effetti negativi in modo sempre più pressante, infatti, i cittadini manifestano una predilezione nei confronti delle fonti energetiche alternative. Una scelta che, oltre a garantire un ridotto impatto ambientale, consente al cliente di conseguire anche un sensibile risparmio economico.

Le detrazioni fiscali per il risparmio energetico attualmente in vigore

Nel decretare il successo delle fonti energetiche alternative, hanno contribuito anche le ultime disposizioni di Legge che, proprio di recente, hanno confermato la proroga delle agevolazioni fiscali previste in materia (bonus per il risparmio energetico al 65% e bonus ristrutturazione al 50%).

Target di mercato delle energie rinnovabili

Quello delle energie rinnovabili è dunque un settore in crescente espansione e, grazie ai numerosi vantaggi offerti nonché alle importanti detrazioni riconosciute, questo è sicuramente il momento migliore per cavalcare la famosa onda del successo.

Tanto nei nuclei familiari quanto nelle realtà aziendali (in particolar modo in quelle operanti nel settore turistico), infatti, è nata l’esigenza di soddisfare il fabbisogno energetico ricorrendo a soluzioni alternative che, sfoggiando un’impronta prettamente ecologista, possono assicurare un’adeguata tutela ambientale ed un sensibile taglio ai costi energetici.

Competenze richieste

Nonostante non siano previste specifiche competenze professionali per aprire un negozio per il risparmio energetico, è tuttavia consigliabile acquisire le nozioni fondamentali, seguendo un valido corso di approfondimento tecnico.

Un dettaglio che, se unito ad un costante aggiornamento professionale, saprà sicuramente fare la differenza sul mercato, aprendovi anche nuovi sbocchi professionali tramite eventuali affiliazioni con imprese preesistenti.

I vantaggi

Il maggiore vantaggio offerto da questo tipo di attività consiste nel contribuire a salvaguardare l’ambiente, guidando il cliente verso la scelta energetica migliore per le proprie esigenze.

Oltre che per i vantaggiosi benefici riconosciuti al cliente, inoltre, questo business si distingue per la possibilità, offerta dalle Pubbliche Autorità, di abbattere in modo pressoché totale i costi di avviamento.

Investimento iniziale per avviare un negozio di risparmio energetico

Come abbiamo detto, infatti, il settore dell’energia alternativa è ben visto anche dallo Stato che, oltre ad offrire incentivi fiscali per chi decide di installare un impianto fotovoltaico, supporta la nascita delle realtà aziendali preposte alla vendita degli impianti stessi, elargendo contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

Il locale

Non sono richiesti grandi spazi per avviare un negozio per il risparmio energetico. In particolar modo i primi tempi, infatti, sarà sufficiente un locale di modeste dimensioni, meglio se ubicato in una zona di passaggio e ben trafficata.Con il passare del tempo, sarà la vostra competenza a fare pubblicità al vostro esercizio, facendovi spiccare tra la concorrenza, per l’esclusivo servizio di assistenza prestato al cliente.

Supporto

Kit_Creaimpresa_Negozio_risparmio_energetico

Per chi volesse un supporto per aprire un negozio per il risparmio energetico ed avere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche segnaliamo il Kit Creaimpresa (da noi valutato e ritenuto veramente valido): Aprire un negozio per il risparmio energetico.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS