Aprire partita Iva con il vecchio regime dei minimi: ultimi giorni utili

Ancora per qualche giorno è possibile aprire partita Iva con il vecchio regime dei minimi andato in "pensione" il 31 dicembre 2014.

La scadenza dell’apertura della partita Iva con la fruizione del vecchio regime dei minimi era fissata il 31 dicembre 2014. Molti non sanno, tuttavia, che è ancora possibile aprire la partita Iva con tale regime agevolato, godendo di una finestra temporale “straordinaria” aperta “ufficialmente” dall’Agenzia delle Entrate in seguito all’intepretazione di alcuni disposti normativi che sembrano poter aprire una nuova speranza nei confronti di tutti coloro che non hanno ancora formalizzato la richiesta di apertura della stessa partita. Ma in che modo?


regime-dei-minimi

Aprire partita Iva con il vecchio regime dei minimi

Il dubbio era stato sollevato qualche giorno fa da alcuni dottori commercialisti, che sottolineavano come la norma contenuta nell’art. 35 del dpr 633/1972 stabilisse che un soggetto che desidera intraprendere l’esercizio di un’impresa, di un’arte o di una professione, dovesse darne apposita comunicazione all’ufficio delle Agenzie delle Entrate territorialmente competente entro i 30 giorni successivi dall’avvio della stessa.

Pertanto, il dubbio era se un soggetto che avesse iniziato la propria professione nel mese di dicembre 2014, potesse comunque usufruire del vecchio regime dei minimi in seguito alla comunicazione dell’avvio della nuova attività, effettuata nel nuovo anno.

Ebbene, la risposta dell’Agenzia delle Entrate non è tardata ad arrivare, aprendo uno scenario interessante. Le Entrate, rispondendo al quesito, hanno infatti dichiarato che è possibile aprire una partita Iva con il vecchio regime dei minimi entro il 30 gennaio 2015, a patto che si sia iniziata l’attività entro il 31 dicembre 2014. Per tutti i contribuenti, pertanto, una buona opportunità per sfruttare ancora il vecchio regime agevolato.

Naturalmente, occorre altresì ricordare che non potranno avvalersi della facoltà di aprire partita Iva con il vecchio regime dei minimi tutti quei soggetti per i quali l’inizio dell’attività è soggetta a comunicazione preventiva alle competenti autorità, come ad esempio gli enti previdenziali e assistenziali. Si tenga altresì conto che è opportuno scegliere cosa fare prima di decidere l’apertura della partita Iva, con particolare riferimento all’effettiva possibilità di dimostrare l’inizio dell’attività alla data del 31 dicembre 2014 o nei giorni precedenti. Esiste infatti il concreto rischio che l’Agenzia delle Entrate possa contestare questo modus operandi dal quale deriva la scelta di un regime tendenzialmente più favorevole rispetto a quello che è stato introdotto dalla legge di Stabilità, con possibilità di utilizzo anche per i periodi di imposta successivi.

Insomma, una buona occasione per tutti coloro che hanno avviato la nuova attività alla fine del 2014, ma non certo una scappatoia utile per tutti i più “furbi”.



CATEGORIES
Share This

COMMENTS