Apprendistato e Lavoro, parla il Ministro Meloni

Ieri, il Ministro per le Politiche Giovanili, Giorgia Meloni, insieme al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha premiato 110 giovani neo-laureati, che hanno partecipato al progetto “Campus Mentis”. E’ stata anche l’occasione per rispondere a molte domande che i giornalisti le hanno posto, riguardo al tema dell’occupazione giovanile.


Primo dato: dopo dieci anni di crescita, nel 2009, i contratti di apprendistato sono diminuiti di oltre l’8%, creando un buco di 50 mila giovani, che non trovano lavoro, malgrado seguano un percorso di apprendimento lavorativo.

Secondo il ministro, ciò è dovuto alla crisi che ha colpito l’anello debole della catena, ossia i giovani, in modo particolare. Il ministro, però, cita l’esperienza di “Campus Mentis”, che attraverso le sue tre sedi a Roma, Catania e Padova, ha dato l’opportunità a oltre seicento neo-laureati, selezionati tra i migliori d’Italia, per risultati e tempi di studio, di intraprendere un percorso di eccellenza, con risultati molto apprezzati dal mondo dell’impresa.

Dice il ministro che le imprese che hanno ospitato i talenti di “Campus Mentis” sono rimaste colpite dalla preparazione straordinaria dei giovani, della loro capacità di parlare più lingue e meglio dei francesi. E aggiunge che si dovrà puntare di più sui contratti di apprendistato, non relegandoli all’idea di contratto da bottega, concordando con il raddoppiamento delle ore di formazione, previsto dall’accordo tra Regione Veneto e ministero del lavoro, in favore per i più giovani.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS