Annunci di lavoro: 13 consigli per renderli efficaci, infografica

Vince chi riesce a conquistare l'attenzione del candidato, mostrando chiarezza, affidabilità e professionalità. Come si fa? Scopriamolo insieme

I candidati ne leggono di tutti i tipi: ecco perché è importante vergare nel giusto modo gli annunci di lavoro. Che devono essere, innanzitutto, chiari, invitanti e sintetici. Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, è dall’offerta di lavoro che l’azienda deve dare prova della sua professionalità ed affidabilità. Specie se punta ad “arruolare” i talenti migliori. Che, di norma, sanno fare una selezione e distinguere gli annunci scritti bene (e per questo credibili) da quelli compilati in fretta e con poca cura (e dunque meno allettanti). Ma quali sono le caratteristiche che contraddistinguono gli annunci di lavoro efficaci? Scopriamole insieme, con l’aiuto di un’infografica straniera.


13 consigli per scrivere annunci di lavoro efficaci

Secondo la Ebi (Employment Background Investigations), compagnia che fornisce servizi di supporto a chi si occupa di Risorse umane, ci sono 13 consigli di cui i titolari di azienda dovrebbero fare tesoro, quando si accingono a scrivere i loro annunci di lavoro. Che devono avere la giusta lunghezza, veicolare le giuste informazioni ed adattarsi alle caratteristiche ed alle abitudini dei candidati. L’infografica compilata dalla Ebi (di cui vi forniamo, a seguire, la nostra personale traduzione) dimostra come, con i giusti accorgimenti, sia possibile incrementare il numero delle candidature. Leggetela con attenzione ed impegnatevi a scrivere un annuncio efficace, capace di attirare il talento di cui avete bisogno.

1. Non dilungatevi troppo nel titolo

Secondo le indagini della Ebi, se i titoli non superano i 50-60 caratteri, gli annunci di lavoro hanno il 30/40% di possibilità in più di essere letti. Evitate di dilungarvi troppo, sin dal titolo, e selezionate con cura le parole da usare. Perché in casi come questi: “less is more”.

2.  Siate specifici sulla posizione

Gli studi della Ebi hanno dimostrato che inserire termini specifici negli annunci di lavoro rappresenta un valore aggiunto. Specie quando si parla della posizione offerta. Se lo farete, potrete attirare il 60% di candidature in più.

3. Siate specifici sul vostro settore

Secondo la Ebi, i termini settoriali esercitano un certo appeal sui candidati. Gli annunci di lavoro che scomodano tecnicismi, acronimi e sigle varie attirerebbero, infatti, il 40% di candidature in più. Anche se non tutti sono d’accordo su questo punto.

4. Dosate la lunghezza del testo

Qual è la lunghezza ideale? Secondo gli esperti della Ebi, gli annunci di lavoro più efficaci (quelli che ottengono il maggior numero di visualizzazioni) oscillano tra i 4 mila e i 5 mila caratteri.

5. Usate le parole giuste

Gli annunci di lavoro devono essere sintetici. Ecco perché è importante individuare e fare leva sulle parole-chiave giuste, quelle capaci di attirare l’attenzione dei candidati e di invogliarli a farsi avanti. Chi riesce a stanarle ottiene, secondo la Ebi, il 10% di proposte in più.

6. Valutate i tempi di compilazione

Molte candidature passano attraverso la compilazione di form online. Stando a quanto osservato dalla Ebi, se l’operazione richiede più di 15 minuti, gli interessati tendono a lasciar perdere. La conseguenza? Le candidature possono crollare del 365%.

7. Ad ognuno il proprio annuncio

Differenziare può fare la vostra fortuna, anche quando si tratta di scrivere annunci di lavoro. Tenete bene a mente che i candidati tra i 16 e i 24 anni sono maggiormente attratti dagli impieghi che prevedono il pagamento del conto; quelli che hanno un’età compresa tra i 25 e i 35 anni, aspirano a trovare un lavoro che permetta loro di fare carriera; mentre gli over 35 sono più interessati a lavori a lungo termine. Avere chiare queste distinzioni può aiutarvi a scrivere annunci di lavoro particolarmente efficaci.

8. Mettete le informazioni importanti all’inizio

Le rilevazioni hanno dimostrato che la gran parte dei candidati tende e non leggere l’annuncio fino in fondo. Per questo, è fondamentale che inseriate le informazioni prioritarie (quelle più importanti) all’inizio.

9. Parlate dell’azienda

Non sottovalutate l’importanza dell’azienda. Quando prendono in considerazione un’offerta di lavoro, i candidati si interessano tanto al ruolo che dovrebbero ricoprire (impiegano mediamente 26 secondi per leggere e capire di cosa si tratta) che all’azienda nella quale dovrebbero entrare (alla quale dedicano una lettura di 23 secondi). Non siate vaghi o frettolosi, specie se la vostra impresa gode di una buona reputazione.

10. Rendete il testo leggibile

Gli studi hanno dimostrato che i candidati tendono a leggere gli annunci per sommi capi. Evitate i testi troppo lunghi e fitti e sforzatevi di renderli snelli e facilmente leggibili.

11. Parlate di stipendio….

I candidati premiano gli annunci di lavoro che forniscono informazioni sulla paga. Per essere più precisi: chi fa esplicito riferimento allo stipendio ottiene il 50% di candidature in più.

12. ….e di possibili oscillazioni

A vincere sono anche gli annunci che parlano di possibili oscillazioni della paga. Ovvero quelli che prospettano avanzamenti di carriera. Anche in questo caso, le candidature, secondo gli osservatori della Ebi, possono raddoppiarsi.

13. Adattatevi ai dispositivi mobile

Il 53% dei giovani sotto i 30 anni usa il telefonino per cercare lavoro. Tentate di scrivere annunci concepiti per essere letti sui nuovi dispositivi e per mettere i candidati nella condizione di poter scovare facilmente le informazioni di cui hanno bisogno. State a passo coi tempi e sarete ricompensati.

Prendete nota dei consigli dispensati dalla Ebi ed impegnatevi a scrivere annunci di lavoro efficaci. La fortuna della vostra impresa parte dalla selezione delle risorse migliori, che dovete invogliare a lavorare per voi.



CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS