Allarme Donne medico, la metà subisce molestie

Allarme per le donne che svolgono la professione di medico. Un’indagine (“Donne medico, indagine su lavoro e famiglia, stalking e violenze”) condotta dall’Ordine dei medici della Provincia di Roma ha permesso di far venire alla luce dei dati davvero preoccupanti per chi esercita la professione. Quasi la metà delle donne che hanno partecipato al questionario ha confermato di aver subito molestie: il 4% del campione (oltre 1.400 donne medico intervistate) ha dichiarato di aver subito, in passato, violenza fisica.

La maggior parte delle molestie è avvenuta sul posto di lavoro: il 41% delle donne medico è stata molestata dal proprio datore di lavoro (o diretto superiore); seguono, nella vergognosa classifica, estranei e colleghi. Un dato, se possibile, ancora più allarmante, è rappresentato dalla sequenza temporale delle molestie subite: nel 30,6 % dei casi, infatti, si tratta di episodi ripetuti nel tempo (l’11,9% del campione intervistato ha denunciato episodi molto frequenti!).

L’indagine conferma, purtroppo, la difficile situazione delle donne sul posto di lavoro. I medici del gentil sesso, infatti, oltre alle molestie subite , sono sottoposte a stress psicologico elevato, a continue attenzioni da parte di pazienti e/o colleghi, e a forti penalizzazioni sul posto di lavoro rappresentate dalla difficoltà di ottenere legittimi e meritati riconoscimenti, promozioni e/o incentivi.

Per chi parla, da decenni, di parità raggiunta e opportunità garantite, in egual misura ( e “qualità”), ad entrambi i sessi, sul territorio italiano, ecco un’ennesima conferma di quanto la non piena consapevolezza della problematica possa, se possibile, creare maggiori danni e difficoltà, più di quelle attuali, all’universo femminile. Serve una forte presa di coscienza e, al di là delle politiche in favore della parità, è necessaria un cambio di mentalità, netto e radicale, da parte di un intero popolo. Basta con i soprusi, basta con le ipocrisie!

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)