Agevolazioni per le assunzioni: cosa prevede la legge 407/90

Agevolazioni per le assunzioni. Focus sulla legge 407/90

agevolazioni-per-le-assunzioni

La legge 407/90 è un intervento legislativo che introduce alcune agevolazioni per le assunzioni, mediante supporti al ricollocamento dei disoccupati di “lunga durata”. Ma cosa prevede esattamente questa legge? E quali sono le agevolazioni di cui si è appena fatto un rapido cenno? E, ancora, in che modo è concretamente possibile beneficiare dei sostegni che lo Stato ha predisposto per favorire i meritevoli obiettivi di cui sopra? Cerchiamo di vederci un pò più chiaro in questo nostro approfondimento odierno.


Obiettivi della legge 407/90

La legge 407/90 nasce con lo scopo di ridurre la disoccupazione mediante incentivi da erogarsi nei confronti delle aziende (sotto forma di bonus fiscale). Le agevolazioni per le assunzioni sono riconosciute alle imprese e ai datori di lavoro solamente nelle ipotesi di assunzione di soggetti appartenenti a specifiche categorie di persone, interessate dal provvedimento di legge e, evidentemente, ritenute maggiormente necessitanti di tutele.

Agevolazioni della legge 407/90

La legge 407/90 prevede la possibilità, per i datori di lavoro, di poter beneficiare di uno sconto contributivo pari al 50% dei contributi previdenziali e assistenziali che sono dovuti, per un periodo di tempo di 36 mesi (elevato al 100% nelle sole ipotesi di imprese operanti nel Mezzogiorno). Per poter disporre di tale beneficio fiscale, è tuttavia necessario che le assunzioni avvengano con particolari modalità.

Requisiti per godere delle agevolazioni per le assunzioni

Per poter fruire delle agevolazioni previste dalla legge, è necessario che le assunzioni avvengano con contratto a tempo indeterminato, e riguardino lavoratori che sono disoccupati da almeno 24 mesi, o sono sospesi in cassa integrazione guadagni straordinaria per un periodo di tempo equivalente, e beneficiari del trattamento straordinario di integrazione salariale.

Come richiedere le agevolazioni

La richiesta delle agevolazioni per le assunzioni di cui alla legge 407/90 è abbastanza semplice. Sarà infatti sufficiente rivolgersi al centro per l’impiego competente per territorio, effettuare una dichiarazione di responsabilità per l’autocertificazione della propria condizione di disoccupato o inoccupato. Successivamente, il centro per l’impiego rilascerà una certificazione attestante lo stato di disoccupazione, elemento base per poter permettere all’impresa di procedere all’assunzione “agevolata”.

In tal proposito, ricordiamo come sia possibile usufruire più di una volta delle agevolazioni di cui alla legge 407/90, a patto che siano rispettati tutti i requisiti previsti dalla legge per il mantenimento dello stato di disoccupazione. In ogni caso, il datore di lavoro non potrà usufruire più volte della legge 407/90 se non sono trascorsi almeno 6 mesi dall’eventuale licenziamento del dipendente che era stato precedentemente assunto attraverso le agevolazioni fiscali previste da tale intervento legislativo.

Si sottolinea altresì che in seguito alla riforma Fornero del 2012, è stato ulteriormente ristretto il numero di casi di inapplicabilità delle agevolazioni per le assunzioni in caso di licenziamento: i datori di lavoro non potranno infatti usufruire delle agevolazioni in caso di assunzione a seguito di licenziamenti per giustificato motivo oggetto, o per riduzione del personale o sospensione.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS