Aeroporti: luglio mette le ali al traffico passeggeri

Il traffico degli aeroporti europei è cresciuto del 6,7% in un anno. In Italia "vola" Ciampino (+44,7%), mentre Fiumicino e Malpensa restano a bassa quota

Non c’è troppo da stupirsi se lo scorso mese di luglio ha fatto registrare un boom di partenze in quasi tutti gli aeroporti europei. Le vacanze hanno fatto incrementare il numero di biglietti (aerei) staccati intensificando il traffico negli scali. A certificarlo l’ultima rilevazione dell’Aci Europe (l’associazione che riunisce 450 aeroporti del Vecchio Continente) che ha parlato di un aumento medio del traffico aereo del 6,7% su base annua.


aeroporti

image by chungking

Le cose sono andate bene anche da noi: in Italia, il numero dei passeggeri che hanno preso un aereo a luglio è cresciuto del 5,8% rispetto all’anno precedente, con picchi particolarmente alti in alcune zone dello Stivale. Le performance dei grandi scali nazionali non sono state particolarmente entusiasmanti: Roma Fiumicino ha fatto registrare uno striminzito +3,6% (con 4,1 milioni di passeggeri in transito) dovuto ai disagi legati all’incendio che ha messo fuori uso parte del Terminal 3. Ma non è andato oltre il +3,8% neanche Milano Malpensa che, a luglio, ha visto transitare 1,8 milioni di passeggeri. 

I risultati più gratificanti sono arrivati, invece, dai piccoli scali come Bergamo Orio al Serio (+9,7%), Milano Linate (+8,9%) e Napoli Capodichino (+7,3%). Per non parlare di Roma Ciampino che è letteralmente “decollato” incrementando, in un solo anno, il suo traffico del 44,7%. Tra i piccoli aeroporti europei, meglio hanno fatto solo lo scalo finlandese di Turku, che ha fatto registrare un sorprendente +752,9%, quello macedone di Ohir il cui transito è cresciuto del 70,1% e quello di Bucarest-Baneasa (il più vecchio della città) che ha visto incrementare del 51,3% il suo numero di passeggeri.

Mentre tra i “big”, a guadagnarsi la “palma d’oro” è stato l’aeroporto di Istanbul (+16,9%), seguito da quello di Madrid (+13,1%), di Amsterdam (+8,4%), di Francoforte (+6,6%) e di Londra (6,4%). Con i loro 3,6 e 3,8%, Fiumicino e Malpensa hanno volato a quote ben più basse.  

 




CATEGORIES
Share This

COMMENTS