Abruzzo, decolla (finalmente) contrattazione secondo livello nei servizi

In Abruzzo, pur nel suo piccolo, è stata messa in atto una vera rivoluzione del lavoro e delle sue regole contrattuali, dato che i sindacati di categoria della Cgil, Cisl e Uil e la Confesercenti hanno dato vita a un accordo, che prevede lo sgravio per detassare gli straordinari nei giorni festivi e per il lavoro notturno, nel settore del commercio e del turismo.

Si parla di 40 mila aziende e oltre 100 mila impiegati, che si misureranno per la prima volta con misure, che mirano a fare decollare la contrattazione di cosiddetto “secondo livello”, ossia quella che avviene a livello aziendale e territoriale, sulla base delle effettive necessità delle singole aziende e dei territori.

Dall’accordo, che irrobustisce la legge nazionale sulla detassazione delle componenti incentivanti del reddito, giungeranno benefici per i lavoratori, in termini fiscali, senza che ciò aggravi la situazione contabile delle aziende del settore.

Si calcola che un lavoratore con un reddito non superiore ai 40 mila euro e con un monte straordinari soggetto a detassazione, potrà raggiungere anche un livello reddituale di 50 mila euro.

I sindacati sono soddisfatti, così come la Confesercenti, in rappresentanza delle aziende del settore, che sperano di potere contribuire così all’aumento del potere d’acquisto dei lavoratori e al conseguente rilancio della domanda interna.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)