200 borse lavoro da 5.000 euro a Taranto per disoccupati ed over 45

La Provincia di Taranto lancia un’opportunità davvero interessante per un ampio plotone di giovani e meno giovani, in possesso degli status di disoccupati o inoccupati. Si concede ampio spazio anche agli over 45 e ai diplomati.

In un momento di grande crisi come quello attuale, in cui se non si ha una laurea (conseguita per giunta in tempi perfetti e con il massimo dei voti) inserirsi nel mondo del lavoro è un’impresa epica, trovare una soluzione che consente l’accesso ai non più giovani e non laureati è davvero un evento clamoroso.

La Provincia di Taranto ha indetto un bando in cui sono state messe a disposizione 200 borse di lavoro del valore di 5000 euro ciascuna, che permetteranno ai vincitori di essere impiegati per un massimo di sei mesi, presso le aziende partecipanti all’iniziativa. In merito a tale opportunità, riteniamo necessario chiarire i due status cui si dovrà fare riferimento per valutare la propria idoneità a partecipare al bando ovvero: inoccupati e disoccupati.

Chi sono gli inoccupati e i disoccupati e quali sono le differenze tra questi due status?

Il D.Lgs. n.297/2002 ci svela l’arcano definendo i due diversi status e indicando precisi elementi distintivi di riferimento.

E’ disoccupato il soggetto che:

– pur essendo già entrato in contatto con il mondo del lavoro, al momento è senza occupazione;

– fornisce la propria disponibilità immediata a lavorare;

– ha già disposto con gli Enti competenti (Centri per l’impiego) i modi di ricerca attiva dell’occupazione.

Il suddetto Decreto inoltre, definisce la figura di disoccupato di lunga durata ravvisando in questa, il soggetto che, dopo aver cessato la propria attività lavorativa (sia subordinata sia autonoma) sia alla ricerca di lavoro (in collaborazione con il Centro per l’Impiego) da più di 12 mesi. Se se si tratta di un giovane con un’età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti (il limite sale a 29 se hanno conseguito il diploma di laurea), sono sufficienti 6 mesi di ricerca d’occupazione senza successo.

L’inoccupato invece è colui che:

Non ha mai svolto un’attività lavorativa né come dipendente né come autonomo. Anche all’interno di questa normativa, il Legislatore pone in essere un’ulteriore distinzione definendo la figura di disoccupato di lunga durata. Ossia è inoccupato di lunga durata chi è alla ricerca di un’occupazione da oltre 12 mesi o da più di 6 mesi se è un giovane di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti (il limite sale a 29 se hanno conseguito il diploma di laurea).

Chiarite le due figure di riferimento, concentriamoci sulle modalità di partecipazione per aggiudicarsi le borse lavoro. Il metodo di assegnazione si concentrerà sull’incrocio tra domanda e offerta.

Sostanzialmente, le aziende aderenti comunicheranno le figure professionali di cui necessitano, in seguito, le richieste, saranno confrontate con le varie candidature pervenute e si selezioneranno i candidati maggiormente rispondenti alle singole figure ricercate.

Se volete partecipare a questo bando, dovete affrettarvi poiché le domande, dovranno essere presentate entro il 16 maggio 2012. Tuttavia, nell’applicazione di apposite regole in materia di trasparenza, le comunicazioni riguardanti i vincitori delle borse lavoro saranno fornite soltanto a elezioni amministrative terminate.

E’ doveroso precisare il fine di questo bando, ravvisabile in un’opportunità concessa a determinate categorie svantaggiate per permettere loro di affacciarsi o riaffacciarsi sul mondo del lavoro in maniera più agevole e non deve essere interpretato invece, come una costituzione di un rapporto di lavoro subordinato.

Inoltre Bianco Lavoro ti consiglia:

#1 – Se cerchi un nuovo lavoro, ti consigliamo il KIT Lavorare sempre, garantito da Bianco Lavoro per la sua qualità ed efficacia!

#2 – Per avere sempre offerte di lavoro reali e verificate in linea con le tue esigenze, fai le tue ricerche e registrarti su Euspert Italia.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)