Gli italiani cercano ancora il lavoro ideale?

Il 30% degli intervistati spera di coniugare la passione personale con la professionalità, mentre l'8% pensa in primis al compenso

In tempi come questi, ci hanno spiegato che è bene non rifiutare nulla (o quasi), ma le persone interpellate da Jobrapido hanno dimostrato che, anche in ambito lavorativo, non smettono di sognare. O per lo meno di puntare a ciò che piace loro di più. La recente indagine realizzata dal motore di ricerca del lavoro (che ha coinvolto 8 mila iscritti alla community) ha certificato che più del 30% degli utenti sceglie il lavoro in base all’ambito in cui opera l’azienda, nella speranza di coniugare la professionalità con la passione personale.


scelta lavoro

image by rangizzz

Il 25% punta invece a un lavoro che garantisca stabilità (o per lo meno la prefiguri), il 24% opta per un impiego che non sacrifichi troppo la sfera privata, mentre l’8% si lascia “ispirare” dalla retribuzione prediligendo le occupazioni che promettono compensi rotondi. La ricerca ha inoltre rilevato che, nel mare magnum degli annunci, i candidati scelgono, nel 57% dei casi, l’azienda che offre la posizione più incline alle loro attitudini; nel 20% dei casi, quella più vicina a loro e nell’11% dei casi, quella che gode della migliore reputazione. E se il 75% dei candidati, prima di presentarsi al colloquio di lavoro, cerca di prepararsi reperendo informazioni sulla Rete (soprattutto attraverso i siti aziendali e i social media), solo il 19,3% si affida invece ai contatti personali.

Interpellati poi sulla distribuzione del monte ore lavorativo, il 54,5% degli utenti di Jobrapido ha espresso una preferenza per le classiche 5 giornate settimanali, mentre il 28,6% ha dichiarato di non avere nessuna preferenza particolare. Quanto al team di lavoro ideale, il 75% degli intervistati ha risposto che deve essere composto da persone competenti, a prescindere dalla loro età, dal sesso o dalla cultura. Il 16% ha invece sponsorizzato una squadra formata da risorse di età differenti (senior e junior), il 5% quella incardinata su un mix di uomini e donne e il 3% un team composto da persone di culture diverse.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS