Gioca al computer al lavoro: dipendente di Palermo nei guai

A smascherarlo una foto postata su facebook. E' imbarazzo nell'amministrazione che promette sanzioni esemplari

Immaginate di essere in coda in un qualsiasi ufficio pubblico. E di rendervi conto che a rallentare il deflusso della fila sia un dipendente che, anziché svolgere il suo lavoro, si sta concedendo una pausa davanti al computer. E’ ciò che è accaduto a un giovane cittadino di Palermo che si era rivolto a uno sportello comunale per richiedere il rilascio del pass della Ztl. E che si è imbattuto nella vista di un dipendente intento a giocare al solitario al computer.


gioca al computer

image by Makkuro GL

Il giovane ha (ben)pensato di immortalare la scena e di postare l’immagine su facebook suscitando l’indignazione generale e l’imbarazzo dell’amministrazione. “Non possiamo che scusarci con gli utenti per questo gravissimo episodio, che non sarà lasciato passare sotto silenzio – ha dichiarato l’assessore ai Sevizi Anagrafici del Comune di Palermo, Giusto Catania – E assieme ai cittadini che subiscono disservizi e ritardi, i tantissimi dipendenti comunali che svolgono con dedizione e serietà il proprio lavoro sono anch’essi vittime di comportamenti di questo tipo, che gettano un’ombra inaccettabile sull’intera categoria”. 

A rincarare la dose è stata la dirigente dell’ufficio, Giuseppina Arena: “La cosa più grave – ha detto – è che si tratta di un collaboratore dei servizi generali, non di un impiegato. Non doveva stare seduto . Non è la sua postazione e ho chiesto spiegazioni. Tra dieci giorni, come per legge, il dipendente dovrà relazionare sull’accaduto e saremo rigidi”. Sì, ma quanto? “E’ prevista una sanzione disciplinare che potrebbe andare da una trattenuta a un licenziamento ha spiegato la dirigente – Valuteremo la gravità della situazione e decideremo. E’ una vergogna vedere un cittadino che, durante il normale orario di lavoro, gioca al pc mentre diversi utenti sono in attesa di espletare pratiche di sportello”.




CATEGORIES
Share This

COMMENTS