Molti di noi sognano un lavoro all’aperto, magari in un parco di divertimenti.

Questi luoghi, in particolar modo nel periodo in cui fa più caldo, quindi tra maggio e settembre, raggiungono picchi altissimi di visite: la conseguenza ovvia è quella di tenere il parco aperto il più a lungo possibile, soprattutto se ha un buon bacino di utenza.

Quindi gli orari si estendono ed è necessario assumere dei lavoratori part-time stagionali per ovviare a questi maggiori carichi di lavoro.

 

Proprio per la sua natura, questo lavoro comporta una continua interazione con le persone, specie con i turisti, le famiglie e i bambini, e necessita di molta energia, un gran spirito di sacrificio, pazienza e tanti, tanti sorrisi.

La richiesta dei datori di lavoro nei parchi divertimento, è principalmente quella di far sempre “buon viso a cattivo gioco”, ossia mantenere sempre saldi i nervi e la gentilezza, anche in situazioni limite.

Proprio questa spigliatezza e spirito di adattamento, sono importanti per lavorare come una squadra: in fondo un’altra importante richiesta è proprio quella di fare gruppo tra i vari dipendenti, in modo da assicurare una gestione, ma soprattutto un’organizzazione degna del parco in cui si lavora.

Proprio quest’ultima caratteristica è stata la ragione per cui negli ultimi anni sono nati numerosi corsi in Italia, per educare ed istruire i dipendenti dei parchi divertimenti, in particolar modo per i parchi acquatici, in cui, a volte, è richiesta una dose di collaborazione e di attenzione maggiore, proprio perché nessuno si faccia male.

I dipendenti dei parchi divertimenti vengono chiamati con l’appellativo di Cast Members, e devono sapersi adattare ad ogni situazione: proprio questa flessibilità e spirito di adattamento sono importanti ai fini di un buon trattamento della clientela.

Quali sono quindi i requisiti necessari per poter iniziare questo lavoro, soprattutto nel periodo estivo?

Insieme alle caratteristiche di cui parlavamo prima, ovvero gentilezza, pazienza, solarità, spirito di adattamento, è molto importante conoscere almeno una lingua straniera (in questo caso l’inglese è la preferita,perché tende ad essere universale, mentre le altre sono considerate come un arricchimento del curriculum del candidato).

Molte volte infatti, si ha a che fare con dei turisti stranieri, quindi è fondamentale saper interagire con loro e poterli aiutare a risolvere eventuali problemi, o anche solo dare delle informazioni.

Inoltre il candidato deve anche avere una buona attitudine alle relazioni interpersonali, proprio per il fatto che si è sempre a contatto con i problemi della clientela.

Quali sono le figure professionali maggiormente ricercate nei parchi divertimenti?

Sono molte:

cassieri, cuochi, commessi, baristi, giardinieri, camerieri, addetti alle attrazioni, bagnini (nel caso in cui il parco sia un acquapark), ma sorprendentemente, ci sono anche altre figure professionali, come il musicista, il falegname, fino ad arrivare al biologo marino.

Insomma i profili richiesti sono davvero tanti: avete solo l’imbarazzo della scelta.

Vi suggeriamo qualche link dei principali parchi divertimento, a cui potrete inviare la vostra candidatura via mail, online, oppure tramite posta ordinaria.

Gardaland: http://www.gardaland.it/it/jobarea/

Mirabilandia: http://www.mirabilandia.it/#/lavoraconnoi/

Per Rainbow MagicLand di Roma l’email di riferimento è questa lavoro@alfapark.it, mentre per il Leolandia Park di Capriate (Bergamo), questi sono gli indirizzi di riferimento Via Vittorio Veneto, 52 24042 Capriate S.G. (BG) oppure inviare una email a job@leolandiapark.it

Bianco Lavoro ® Euspert Network © Attribution (CC BY 2.5 IT)


Autore: 

Giornalista specializzato in tematiche del lavoro e dell'occupazione. Attuale direttore di Bianco Lavoro e caposervizio di Euspert.com

    Seguimi sui social network:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • skype
Fai "Mi Piace" per seguirci su Facebook, non te ne pentirai!