Lavorare nelle Risorse Umane

Cosa fare per lavorare nelle Risorse Umane? E soprattutto, cosa vuol dire “Risorse Umane”?

Rispondo prima a questa seconda domanda. Le Risorse Umane sono quello che una volta veniva definito il personale di un’azienda, di una società e così via. Potremmo anche dire lo Staff in alcuni casi.

Attualmente potremmo dire che le Risorse Umane sono la funzione aziendale che si occupa di alcuni aspetti legati all’azienda che comprendono il reclutamento e il controllo del personale, le assunzioni e la gestione delle stesse. Per poter accedere a questa professione è necessaria una laurea in psicologia o comunque umanistica meglio se supportata da elementi di psicologia (corsi, specializzazioni, indirizzo di laurea o esperienze nel non profit e altro) e soprattutto un Master in Risorse Umane e di questo, da quello che vedo, ce ne sono diversi ogni anno.

Nell’ambito della funzione aziendale (delle Risorse Umane) gli aspetti di gestione e sviluppo di cui si occupa sono i seguenti: innanzitutto la pianificazione delle Risorse Umane adatte per l’azienda. Poi si passa alla fase del reclutamento, selezione e inserimento in azienda, seguito dalla formazione, valutazione del personale, dalla carriera e mobilità, dalla politica retributiva, le relazioni sindacali e i rapporti con il personale. Infatti, l’operatore in Risorse Umane svolge anche un lavoro di intermediario e di comunicazione nei confronti del personale assunto. Oggi svolge un ruolo di primaria importanza il “human resource management system (HRMS) ovvero supporti informatici che svolgono l’attività di gestione come il calcolo delle retribuzioni, la registrazione dei dati amministrativi attraverso un database dinamico programmato per aiutare l’operatore.

In particolare, per i laureati under 30 il trend retributivo è al momento negativo. Infatti, nelle aziende, i laureati sotto i 30 anni con uno o due anni di esperienza sono quelli che hanno i salari più bassi. Per i manager più aggiornati pero, le Risorse Umane sono considerate, appunto, una Risorsa da valorizzare e non una merce da sfruttare e consumare in itinere. Infatti questi manager hanno capito, mettendosi in linea con i più avanzati paesi europei, che questo mestiere deve essere valorizzato al massimo perché chi si occupa di reclutare personale deve essere considerato degno della massima attenzione perché il lavoro che svolge per la Propria azienda è importantissimo.

Se il responsabile delle Risorse umane sceglie il personale migliore anche le sorti dell’azienda possono cambiare. Ma se il personale è demotivato in partenza, non potrà mai svolgere bene il suo lavoro. Comunque il processo di modernizzazione di questo settore si comincia finalmente ad avvertire anche in Italia e le previsioni di quello che viene definito lo “Human Resourcing” sembrano riprendere quota con grande vigore. Ecco, infine, gli ingredienti che servono: una buona preparazione universitaria, come già detto all’inizio, ma anche una buona preparazione in ambito ICT, ovvero sapersi destreggiare con i supporti informatici e un buon master sono di sicuro titoli di preferenza per accedere a questo mestiere che, come abbiamo appena analizzato, è di successo crescente.

Ed ecco sempre aggiornate su Bianco Lavoro le offerte per lavorare nelle Risorse Umane

 

 

Bianco Lavoro ® Euspert Network © Attribution (CC BY 2.5 IT)


Autore: 

Giornalista specializzato in tematiche del lavoro e dell'occupazione. Attuale direttore di Bianco Lavoro e caposervizio di Euspert.com

    Seguimi sui social network:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • skype
Fai "Mi Piace" per seguirci su Facebook, non te ne pentirai!